Due anni esatti a Paris 2024! 8 (+bonus) grandi promesse dell'Italia per i prossimi Giochi Olimpici

Il 26 luglio 2024 cominceranno i Giochi Olimpici di Parigi 2024. In occasione dei -2 anni al fatidico inizio dei prossimi Giochi, Olympics.com è andato a caccia delle stelle nascenti dello sport italiano, con la speranza che possano brillare come non mai alla prossima edizione dei Giochi Estivi.

di Gisella Fava
Foto di Getty Images

Il conto alla rovescia, in data 26 luglio 2022, segna un rintocco speciale: mancano due anni ai prossmi Giochi Olimpici e con l'attesa crescono le aspettative cresce in maniera incontenibile per il ritorno dei Giochi a Parigi dopo 100 anni.

Alcune leggende Olimpiche hanno già iniziato il loro cammino per la qualificazione a cinque cerchi e cercheranno di acciuffare nuove medaglie a Parigi 2024.

Tuttavia, accanto ai volti più conosciuti, stanno nascendo nuove giovani stelle che hanno iniziato a sprigionare il loro immenso potenziale.

Vanessa Ferrari, Gregorio Paltrinieri, Arianna Errigo, Elia Viviani, Diana Bacosi, Marcell Jacobs sono stati tra le atlete e gli atleti italiani protagonisti delle ultime edizioni Olimpiche. Ma chi sta cominciando a farsi spazio nello sport azzurro? Prendi nota dei nomi qui sotto da osservare e seguire in vista di Parigi 2024.

LEGGI ANCHE: Due anni a Parigi 2024: 24 cose che già sappiamo sui prossimi Giochi Olimpici.

LEGGI ANCHE: Settebello campione della World League 2022: battuti gli USA 13-9.

Benedetta Pilato, 2005 - nuoto

Da quando nel 2019, a 14 anni, ha conquistato l'argento nei 50 rana ai Mondiali senior di Gwangju, la tarantina non si è più fermata. In mezzo ci ha messo il record del mondo sulla stessa distanza (29.30, nel 2021) e l'oro nei 100 rana agli ultimi Mondiali, nella sua adorata Budapest.

E occhio che l'appuntamento iridato ungherese di quest'anno - teatro del record del mondo di Thomas Ceccon e delle imprese di Tete Martinenghi e compagni - ha anche dimostrato che, in vasca, Pilato è in ottima e altrettanto giovane compagnia...

LEGGI ANCHE: Benedetta Pilato: "A Budapest come in casa, ma prima di tutto lo studio"

Tommaso Marini, 2002 - Scherma

Dopo l'oro a squadre nel fioretto ai Mondiali juniores di aprile scorso, Marini è stato convocato in nazionale maggiore e, a 22 anni, è tornato in patria dal Mondiale di scherma 2022 de Il Cairo con un bel biglietto da visita: un argento invidivuale (confermando quello degli Europei di quest'anno) e l'oro a squadre (conquistato anche questo nella rassegna continentale), nel fioretto.

Un percorso che gli è valso la Coppa del mondo di specialità 2021/2022: il marchigiano sembra aver scelto il galoppo come andatura verso Parigi 2024.

LEGGI ANCHE: Grandi ritorni, due ori e 8 podi complessivi: tutti i risultati della squadra italiana ai Mondiali di scherma 2022.

Sofia Raffaeli, 2004 - Ginnastica ritmica

Ha solo 18 anni, ma il palmarès della ginnasta di Chiaravalle piega già le bacheche.

Vi bastino i risultati dell'ultima uscita di Raffaeli, quella dei Campionati europei di Tel Aviv, dove tra l'altro le è stato assegnato il punteggio più alto di sempre per un'individualista (il record precedente di 34.900 era comunque suo), ottenendo 36.15 al cerchio. Nella rassegna continentale, Raffaeli è stata argento nel Team con l'amica di sempre e collega di palestra (Ginnastica Fabriano) Milena Baldassarri, e ai gruppi.

Nell'all around, per 0.4 punti, ha mancato il podio (quarta) per un errore al cerchio. Errore che già il giorno dopo riscatterà, nelle finali di specialità: diventa Campionessa europea al cerchio e alle clavette e vice Campionessa alla palla (le prime medaglie individuali senior di sempre per l'Italia).

Se, in attesa dei Mondiali di Sofia (a settembre), volete approfondire cosa ha fatto prima dei successi di cui sopra, qui trovate l'intervista esclusiva di Olympics.com a Sofia Raffaeli.

Alessandro Michieletto, 2001 - Pallavolo

L'anno scorso, a 20 anni ancora da compiere, lo schiacciatore nativo di Desenzano del Garda vantava in bacheca un Europeo, un Mondiale U21, un argento in Champions League e il titolo della Supercoppa italiana 2021 con la Trentino, la sua squadra.

Dal 2020 fa incetta di premi individuali praticamente in qualsiasi torneo internazionale in cui mette piede: nel 2020, MVP dell'Europeo U20; Miglior schiacciatore nell'Europeo senior, MVP del Mondiale U21 e Miglior schiacciatore nel Mondiale per club, nel solo 2021. Per rivederlo in campo con la nazionale maggiore non c'è da aspettare molto: il 26 agosto prossimo comincia il Mondiale di pallavolo maschile.

LEGGI ANCHE: Pubblicato il calendario per sport dei Giochi Olimpici di Parigi 2024.

Vittoria Guazzini, 2000 - ciclismo su strada e su pista

Vittoria Guazzini è ormai una delle mattatrici del circuito internazionale juniores.

Che sia su strada o su pista, la fuoriclasse toscana ha dimostrato di essere una di quelle che può stare al passo delle big azzurre del calibro di Elisa Balsamo, Marta Cavalli, Elisa Longo Borghini, Letizia Paternoster e compagnia.

Nel 2021 è diventata campionessa Europea U23 nella cronometro su strada, mentre nel 2022 si è presa l'oro ai Giochi del Mediterraneo, sempre nella crono, e nell'inseguimento individuale dell'Europeo juniores.

LEGGI ANCHE: Biglietti per i Giochi Olimpici di Parigi 2024: le novità.

Jannik Sinner, 2001 - Tennis

Considerato uno dei talenti più nitidi della Next Generation del tennis internazionale, Sinner è attualmente n.10 del Ranking ATP, il primo dei tennisti italiani.

Dopo diversi acciacchi fisici patiti nell'ultima annata e un cambio allenatore, lo abbiamo visto brillare sull'erba di Wimbledon 2022 ai quarti di finale, dove ha tenuto testa a un certo Nole Djokovic, dando prova di altissima competitività anche oltre la terra rossa.

A 21 anni, insieme a Matteo Berrettini, è l'unico tennista italiano del circuito ATP ad aver raggiunto almeno gli ottavi in tutte le prove del Grande Slam.

Laura Rogora, 2001 - Arrampicata sportiva

Campionessa italiana assoluta lead e boulder, Rogora è stata testimone azzurra della prima apparizione Olimpica dell'arrampicata sportiva, a Tokyo 2020.

Precocissima (ha iniziato a 4 anni), nel suo palmarès troviamo, tra le altre cose, un titolo mondiale Lead giovanile nel 2019, mentre nel 9b, a luglio 2020, diventa la seconda scalatrice al mondo a salire quel grado.

Un anno dopo, nel 2021, è diventata la prima donna al mondo a concatenare un 9b/+.

L'italiana è anche una delle più giovani climber di sempre ad aver chiuso un 8b a vista (Batuka a Margalef e Codigo Norte a Santa Linya).

Il nuovo format della disciplina, che vedremo a Parigi 2024, sembra sorridere all'azzurra: i nostri occhi sono già all'insù.

Paolo Banchero, 2002 - Basketball

La pick numero 1 dell'ultimo NBA Draft non era il solo italiano in lista: insieme a lui c'erano Matteo Spagnolo (pick numero 50, 2003) e Gabriele Procida (pick 36, 2002).

La prima scelta con destinazione Orlando Magic, è nata a Seattle, Washington, il 12 novembre 2002.

Paolo Banchero ha ricevuto la cittadinanza italiana nel 2020 ed è stato selezionato per il roster dell'Italia per le qualificazioni all'EuroBasket 2022.

Si dice che abbia incorniciato la maglia azzurra la prima volta che l'ha ricevuta, ma negli States l'italo-americano è diventato tra le next big thing NBA più ambite, dopo che ha trascinato i Blue Devils della Duke University della Atlantic Coast Conference (ACC) alle final four, al suo primo anno di college - quando ancora non era un professionista.

Tutto fa pensare che ne sentiremo parlare a lungo, speriamo con tanto di tappa a Parigi tra due anni.

LEGGI ANCHE: Chi è Paolo Banchero? La prima scelta di Orlando Magic nell'NBA Draft 2022.

Bonus | Doppio sogno: Asia e Alice D'amato, 2003 - Ginnastica artistica

Dopo il fantastico bronzo mondiale a squadre di Stoccarda, nel 2019, le gemelle genovesi della ginnastica artistica hanno vissuto alla grande la stagione 2021: doppia partecipazione Olimpica, a Tokyo 2020, dove nella gara a squadre hanno centrato una finale epica per poi fermarsi a un soffio dal podio.

A Kitakyushu 2021 è arrivato l'argento individuale iridato al volteggio per Asia, mentre Alice è arrivata ottava al mondo nell'all around individuale, con un gran volteggio e un totale di 52.082 punti.

Nel 2024 avranno 21 anni e il loro mirino punta alla seconda (doppia!) partecipazione a cinque cerchi.

SEGUI LE OLIMPIADI IN MODO UNICO.

Eventi sportivi in diretta gratis. Accesso illimitato alle serie. Novità e momenti salienti in esclusiva dalle Olimpiadi