È di nuovo Valanga Rosa a St. Moritz, Brignone trionfa davanti a Curtoni e fa la storia

Federica Brignone torna alla vittoria nel secondo super-g del weekend elvetico. L'azzurra, al 17mo acuto in Coppa del Mondo (battuto il record di Deborah Compagnoni), ha regolato la compagna di squadra Elena Curtoni e  Mikaela Shiffrin (USA). Grande risultato di squadra per l'Italia, con 5 atlete nella top ten.

di Michele Weiss
Foto di 2021 Getty Images

Prove di Valanga Rosa in Svizzera. L'Italski domina letteralmente il terzo super-g di Coppa del Mondo a St. Moritz, disputatosi con partenza abbassata a casa del vento. A spuntarla è Federica Brignone, che torna alla vittoria a 10 mesi di distanza dall'ultimo acuto nel super-g della Val di Fassa.

Sulla difficile pista di St. Moritz non è Sofia Goggia, comunque buona sesta, ma Federica Brignone a salire sul gradino più alto del podio. L’azzurra ha regolato di misura la compagna di squadra Elena Curtoni, al 6° podio in carriera.

Una gioia immensa per la vincitrice della Coppa del Mondo 2020, che ha pennellato una discesa perfetta, con linee aggressive e senza sbavature. Ancora al terzo posto dopo quello di ieri sulla stessa pista, Mikaela Shiffrin (USA), al podio n. 6 in super-g (di cui tre proprio qui a St. Moritz).

Con questo risultato, Brignone ottiene la 17ma vittoria in Coppa del Mondo, superando Deborah Compagnoni.

Grandissima prestazione di squadra per le italiane, con 5 atlete nelle prime 10 (15ma Nicol Delago, 18ma un'ottima Karoline Pilchner).

LA TOP 10 DEL SUPER-G FEMMINILE DI ST. MORITZ

  • 1 - BRIGNONE Federica (ITA) 57.81
  • 2 - CURTONI Elena (ITA) 57.92 (+ 0.181)
  • 3 - SHIFFRIN Mikaela (USA) 58.24 (+ 0.43)
  • 4 - ROBINSON Alice (NZL) 58.33 (+ 0.52)
  • 5 - SIEBENHOFER Ramona
  • 6 - GOGGIA Sofia (ITA) 58.56 (+ 0.75)
  • 7 - FLEURY Jasmine (SUI) 58.63 (+ 0.82)
  • 8 - BASSINO Marta (ITA) 58’64 (+ 0.83)
  • 9 - MARSAGLIA Francesca 58.65
  • 10 - GISIN Michelle (SUI) 58.79 (+ 0.98)

LE PAROLE DELLE ITALIANE NEL DOPOGARA

Federica Brignone

"Una tra le più belle vittorie della mia carriera: sudata, voluta e cercata. Dopo il weekend di Lake Louise ci credevo, perché ho fatto delle belle gare anche se di solito non è una pista a me favorevole. Sono arrivata a St.Moritz cercando di fare un bel risultato, l’ultima volta arrivai seconda a un centesimo, credendoci tanto. Ieri ero arrabbiata per non essere riuscita a fare quello che volevo, in un superG adatto alle mie qualità. Ho attaccato il traguardo a tutta, mettendo tutto quello che avevo perché volevo essere veramente veloce. Battere il risultato di Deborah Compagnoni è incredibile anche perché lei aveva Mauro Sbardellotto, che è il mio skiman attuale, e penso sia una bellissima cosa che ci unisce. Non sono sola, nel team Italia ci sono tante ragazze che possono vincere tanto come Sofia Goggia e Marta Bassino”.

Elena Curtoni

"Son contenta di aver sciato bene da cima a fondo, era una giornata un po' caotica per il vento e sono contenta anche di condividere il podio con una compagna e per il risultato complessivo: peccato per la vittoria sfumata ma è un risultato eccezionale per la squadra. Sono tranquilla e serena e conto di andare avanti così".

Sofia Goggia

"Una gara con la partenza abbassata, condizionata dal vento che ha soffiato più in alcune discese che in altre. Ho sbandato a una curva facendomi entrare nel terzo intertempo con poca velocità, motivo per cui ho perso così tanto. Peccato perché, nonostante un sesto posto, non sono soddisfatta e so che posso fare di più e mi dispiace di non aver fatto meglio”.

SEGUI LE OLIMPIADI IN MODO UNICO.

Eventi sportivi in diretta gratis. Accesso illimitato alle serie. Novità e momenti salienti in esclusiva dalle Olimpiadi