Maria Centracchio centra il bronzo nel judo 63kg

Impresa della molisana Maria Centracchio, che, alla prima Olimpiade della carriera conquista subito il podio Olimpico battendo nella finalina l'olandese Franssen.

Foto di Getty Images

Impresa straordinaria

Ci credeva e ha lottato fino alla fine, e anche di più, per strappare l'impresa ma Maria Centracchio è riuscita a coronare il suo sogno e a vincere una medaglia subito nella sua prima apparizione Olimpica. C'è voluto tutto il cuore per abbattere la resistenza dell'avversaria, l'olandese Juul Franssen, esperta judoka che ha cercato di opporsi con l'ostruzionismo alla maggiore combattività dell'italiana, alla fine trionfatrice con un Ippon al Golden Score 10-0.

Davvero una grande impresa per la 26enne nativa d'Isernia, che a Tokyo 2020 non partiva con i favori del pronostico (solo 27ma nel ranking), e invece è stata capace di una cavalcata irresistibile contro avversarie più quotate, fino alla semifinale, persa al Golden Score contro la fortissima slovena Tina Trstenjak, n. 2 del ranking. Finalina a parte, in cui è apparsa nettamente superiore all'avversaria, il capolavoro è stato l'incontro contro la polacca Agata Ozdoba-Blach nei quarti, che dopo aver battuto la giapponese Tashiro, idolo di casa, aveva la porta spalancata fino alle medaglie.

Seconda medaglia nel judo

Per l'Italia è la seconda medaglia del judo a Tokyo 2020, dopo lo splendido bronzo di Odette Juffrida nei 52kg contro l'ungherese Pupp, unica atleta europea capace di andare a medaglia nello judo per due edizioni Olimpiche di seguito.

Grazie al bronzo della judoka molisana sale a quota 10 il numero di medaglie dell'Italia, che vale il 10° posto provvisorio nel medagliere, con gli azzurri finora brillanti a cui manca solo qualche oro in più per sigillare il piazzamento nelle prime dieci nazioni dell'Olimpiade giapponese.