Ginnastica artistica, al volteggio Simone Biles eseguirà l'elemento più difficile di sempre ?

Nella finale a squadre femminile a Tokyo 2020 (con l'Italia splendida finalista), la quattro volte campionessa Olimpica oggi potrebbe tentare lo Yurchenko con doppio carpio : sarebbe il quinto elemento a portare il suo nome.

Foto di 2021 Getty Images

Simone Biles è abituata a infrangere i propri record e proverà a farlo anche a Tokyo 2020.

La 24enne ginnasta co-detiene il record di difficoltà di un elemento del volteggio, valutato 6,4 nel codice dei punteggi, ma se a a Tokyo 2020 dovesse eseguire lo Yurchenko con doppio carpio, tale record diventerebbe esclusivamente suo. Il suo nuovo elemento dovrebbe infatti ricevere una valutazione di 6,6.

Durante l'allenamento di giovedì (22 luglio), la Biles ha tentato per due volte di eseguire l'impossibile salto, mostrato per la prima volta quest'anno agli U.S. Classic. Dopo un eccesso di rotazione al primo tentativo, il secondo è risultato invece quasi perfetto, con solo un passettino all'indietro di troppo alla fine.

Qual è attualmente l'elemento del volteggio più difficile?

Il codice dei punteggi 2017-2021 della Federazione Internazionale di Ginnastica (FIG) comprende due elementi con valore di difficoltà 6,4: uno Yurchenko con 1/2 avvitamento in prevolo e salto teso in avanti con 2 avvitamenti, che oggi porta il nome della Biles e mostrato per la prima volta ai Campionati del Mondo 2018, e un triplo salto avanti, eseguito per la prima volta nel 1999 dalla ginnasta russa Yelena Produnova.

In quale momento la Biles eseguirà lo Yurchenko con doppio carpio?

È questa la vera domanda da un milione di dollari. La nazionale statunitense è talmente forte che, se la Biles lo dovesse tentare nelle qualificazioni di domenica (25 luglio), un errore potrebbe escluderla dalla lotta per le medaglie.

La Biles ha già dichiarato che non lo eseguirà nella finale del volteggio, a causa del poco riscaldamento possibile immediatamente prima della gara. Non rimangono quindi altre possibilità se non la finale del concorso a squadre e all around.

Anche il suo allenatore Laurent Landi è d'accordo.

"La cosa più intelligente sarebbe tentarlo nella finale a squadre o in quella all around,” ha dichiarato Landi secondo quanto riportato da On Her Turf. “È una cosa che fa per se stessa. Il fatto che esegua un elemento così incredibile è un bene per la ginnastica in generale e ovviamente anche per lei.”

Cosa rende lo Yurchenko con doppio carpio così difficile?

A differenza degli altri due elementi principali eseguiti dalla Biles, l'Amanar e il Cheng, che prevedono principalmente degli avvitamenti, lo Yurchenko con doppio carpio non permette margini d'errore. Anche solo un'imprecisione di pochi centimetri sulla pedana, come accaduto ai campionati statunitensi nel giugno di quest'anno, possono avere conseguenze disastrose.

“Ho quasi insaccato le caviglie e dopo sinceramente mi facevano male,” ha dichiarato la Biles dopo quell'atterraggio.

È proibito eseguire tale elemento (o altri realizzati dalla Biles)?

Nonostante alcuni tweet che affermano il contrario siano diventati virali, nessuno degli elementi eseguiti dalla Biles è proibito.

Ciò non significa che non abbiano generato controversie. Quanto la Biles effettuò per la prima volta l'elemento alla trave che porta il suo nome, un doppio raccolto indietro con 2 avvitamenti in uscita, il Comitato Tecnico Femminile della FIG gli assegnò un punteggio di .100 superiore a quello dell'elemento con un solo avvitamento in uscita. Per molti esperti di ginnastica, e per la stessa Biles, una differenza troppo sottile e un valore di difficoltà troppo basso.

Allo stesso modo il valore di 6,6 per lo Yurchenko con doppio carpio è parso basso a molti, che si attendevano un 6,8. Secondo quanto dichiarato dalla FIG, il valore di difficoltà di questo elemento è stato calcolato sulla base del codice dei punteggi maschile.
"Visto che 6,6 è il punteggio più alto attualmente ottenibile nel volteggio, l'elemento inserito dalla Biles è unico nel suo genere nel codice dei punteggi femminile,"si legge in un comunicato stampa della FIG. "Il Comitato Tecnico della Ginnastica Artistica Femminile ha utilizzato il codice dei punteggi della ginnastica artistica maschile per definire il punteggio da attribuire a tale elemento."