Traguardi e prime volte da non perdere a Beijing 2022

Le Olimpiadi Invernali di Beijing 2022 offriranno spettacolo sportivo, emozioni e una buona dose di record. Con tutta una serie di imperdibili pietre miliari per i singoli atleti, le nazioni e la città ospitante durante l'evento che si tiene ogni quattro anni nella stagione bianca. Olympics.com passa in rassegna le "prime volte" che possiamo aspettarci a Pechino, con i Giochi Olimpici Invernali al via il 4 febbraio.

di Ockert De Villiers
Foto di Getty Images

Pechino – la prima doppia città Olimpica

La capitale della Repubblica Popolare Cinese diventerà ufficialmente la prima città a ospitare sia i Giochi Olimpici Estivi che quelli Invernali, a partire dal 4 febbraio 2022.

Quattordici anni dopo aver ospitato le prime Olimpiadi sul suolo cinese, Pechino entrerà nella storia dando il benvenuto al mondo per i Giochi Invernali.

L'iconico Nido d'Uccello (Stadio Nazionale di Beijing) sarà anche la prima sede ad accogliere le Cerimonie di Apertura e Chiusura sia dei Giochi Olimpici Estivi che di quelli Invernali. Durante Beijing 2008, lo stadio era stato utilizzato anche per le gare di atletica.

Richardson Viano a Cortina 2021
Foto di Getty Images

Arabia Saudita e Haiti si uniscono alla famiglia delle Olimpiadi invernali

Ad ogni Olimpiade invernale, Paesi con poca tradizione negli sport di neve e ghiaccio si tuffano in questa nuova esperienza.

A Beijing 2022 toccherà all'isola caraibica di Haiti e all'Arabia Saudita, regno del deserto. I due Paesi sono pronti a fare il loro debutto alle Olimpiadi Invernali.

Lo sciatore Richardson Viano si è guadagnato un posto ai Giochi e rappresenterà Haiti nello slalom gigante maschile.

Fayik Abdi diventerà, invece, il primo Olimpionico invernale dell'Arabia Saudita a scendere in pista nello sci alpino a Beijing 2022. Il regno arabo sarà così la prima nazione del Golfo a partecipare alla rassegna Invernale.

Sarah Schleper
Foto di 2017 Getty Images

Sarah Schleper da leggenda

La messicana Sarah Schleper è già una delle colonne portanti del circuito di sci alpino, avendo rappresentato sia gli Stati Uniti che il Messico ai Giochi Olimpici Invernali.

La 42enne Schleper raggiungerà lo status di leggenda a Beijing 2022, diventando la terza atleta e la prima donna in assoluto a partecipare a 6 Olimpiadi di sci alpino. Inoltre, eguaglierà il record per il maggior numero di presenze di uno sciatore alpino alle Olimpiadi Invernali detenuto dal connazionale Hubertus von Hohenlohe e da Marco Buchel del Liechtenstein.

Schleper ha rappresentato gli Stati Uniti a quattro Giochi facendo il suo debutto a Nagano 1998 prima di cambiare bandiera nel 2014.

Torger Nergard
Foto di 2014 Getty Images

Le stelle del curling

Il campione Olimpico statunitense in carica John Shuster e il norvegese Torger Nergaard diventeranno i primi atleti a partecipare a 5 competizioni Olimpiche di curling da quando questo sport è diventato un evento da medaglia.

Nergard sarà tecnicamente alla sua sesta apparizione consecutiva ai Giochi, ma a Torino 2006 non era titolare. Il 46enne ha vinto l'oro al suo debutto Olimpico a Salt Lake City 2002 come sostituto di Pal Trulsen. Nergard e i suoi compagni di curling si erano fatti conoscere e ricordare per i loro abiti colorati da Vancouver 2010. I loro pantaloni multicolori e spesso sgargianti hanno aggiunto più curiosità a uno sport che già attira l'interesse dei tifosi Olimpici.

Takeuchi Tomoka
Foto di 2018 Getty Images

Tomoka e Fischnaller da record nello snowboard

La giapponese Takeuchi Tomoka e l'italiano Roland Fischnaller parteciperanno alla sesta Olimpiade nello snowboard.

Un record che in precedenza deteneva in solitaria il canadese Jasey-Jay Anderson.

Takeuchi continua a essere una pioniera di questo sport nel suo Paese, diventando la prima giapponese in assoluto a partecipare a 6 Olimpiadi Invernali. Ha vinto l'argento nello slalom gigante parallelo a Sochi 2014 – il primo in assoluto per una donna giapponese nello snowboard.

Martins Dukurs
Foto di 2018 Getty Images

Scivolando nella leggenda dello skeleton

I fratelli lettoni Martins e Tomass Dukurs, insieme alla leggenda americana Katie Uhlaender, diventeranno gli atleti dalla più lunga esperienza Olimpica nello skeleton con la quinta partecipazione ai Giochi Invernali.

Il 6 volte campione del mondo Martins, uno dei quattro uomini ad aver vinto due medaglie Olimpiche nella disciplina, cercherà di trasformare finalmente l'argento in oro a Beijing 2022.

L'ex Campionessa del mondo Uhlaender eguaglierà il record di partecipazioni alle Olimpiadi Invernali per una donna americana.

Claudia Pechstein
Foto di 2018 Getty Images

Claudia Pechstein continua a volare

La pattinatrice di velocità tedesca Claudia Pechstein taglierà molti traguardi a Beijing 2022, quando diventerà la seconda atleta dopo la giapponese Kasai Noriaki a partecipare a 8 edizioni dei Giochi Invernali. La 49enne Pechstein, che ha debuttato a Albertville 1992, diventerà l'atleta più 'anziana' dei Giochi. Compirà infatti 50 anni due giorni dopo la cerimonia di chiusura. La Pechstein ha vinto nove medaglie nel pattinaggio di velocità Olimpico: cinque ori, due argenti e due bronzi.

Cinque volte short track

Arianna Fontana, Yuri Confortola (Italia) e Charles Hamelin (Canada) entreranno in un club esclusivo – insieme ad altri tre atleti – partecipando alla quinta Olimpiade nello short track.

La Fontana ha vinto medaglie in tutte e quattro le Olimpiadi a cui ha partecipato iniziando a Torino 2006 quando era diventata la più giovane medagliata italiana all'età di 15 anni e 314 giorni. Le sue otto medaglie valgono un record condiviso con Apolo Ohno e Viktor An per lo short track alle Olimpiadi Invernali.

Hamelin, cinque medaglie, è a pari merito con gli altri atleti dello short track Marc Gagnon e Francois-Louis Tremblay e con il pattinatore di figura Scott Moir tra gli atleti canadesi più decorati alle Olimpiadi.

LEGGI ANCHE: Arianna Fontana: la leggenda dello short track con testa a Beijing e cuore a Milano Cortina 2026

Lee Chae-won
Foto di 2018 Getty Images

La sesta volta di Lee nello sci di fondo

Lee Chae-won (Repubblica di Corea) diventerà la seconda donna a competere in 6 Olimpiadi nello sci di fondo quando gareggerà a Beijing 2022. Lee, che ha debuttato a Salt Lake City nel 2002, diventerà anche la prima atleta a livello femminile del suo Paese a partecipare a 6 Olimpiadi Invernali. Lee si era ritirata dopo PyeongChang 2018, ma è tornata in tempo per tagliare un traguardo speciale a Beijing.

Montell Douglas
Foto di 2008 Getty Images

Olimpionici estivi e invernali

Esiste un club esclusivo composto da atleti che hanno partecipato sia ai Giochi Olimpici Invernali che a quelli Estivi. Ce ne saranno di nuovi con Beijing 2022.

Tra questi c'è la britannica Montell Douglas che torna a Beijing, dove ha debuttato come Olimpionica estiva nel 2008. L'atleta gareggerà nel bob e diventerà la prima donna britannica a competere sia nell'edizione invernale che in quella estiva. Ex detentrice del record britannico dei 100m ha gareggiato nella staffetta 4x100m a Beijing 2008 e sarà ora in azione nel bob a due a Beijing 2022.

FAN DELLO SNOWBOARD? RESTA AL PASSO.

Ricevi notizie, video e highlight dei Giochi olimpici invernali sullo snowboard e molto altro ancora.