Cosa abbiamo imparato: riepilogo della pallacanestro 3X3 ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020

Il debutto olimpico della pallacanestro 3X3 è stato all'altezza delle aspettative a Tokyo 2020. La competizione è stata frenetica e le medaglie d'oro sono state decise negli ultimi istanti. Dai un'occhiata ai momenti più belli della 3X3 a Tokyo 2020, al riepilogo delle medaglie e a cosa aspettarsi da Parigi 2024.

Foto di 2021 Getty Images

La pallacanestro 3x3 ha fatto la sua prima apparizione olimpica a Tokyo 2020 nel 2021 - una versione condensata, più veloce e più fisica della versione tradizionale a tutto campo (5X5), che fa parte del Programma Olimpico dal 1936.

Il debutto della disciplina è stato un grande successo a Tokyo e tutti i nuovi suoi seguaci stanno già aspettando con ansia il suo ritorno a Parigi 2024.

Diamo uno sguardo ai momenti più belli della 3X3 a Tokyo, riepiloghiamo i vincitori di medaglie e vi consigliamo chi tenere d’occhio alle Olimpiadi di Parigi 2024 tra solo tre anni!

GettyImages-1330523348
Foto di 2021 Getty Images

I 5 migliori momenti del 3X3 a Tokyo 2020 nel 2021

Ecco alcuni dei momenti più belli dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020, che si sono svolti nel 2021.

1 - Il tiro che vale la medaglia d'oro di Karlis Lasmanis

Ogni giocatore di basket sogna di realizzare un canestro sul suono della sirena e far vincere la partita alla sua squadra. Nel basket 3X3, i giocatori hanno la possibilità di realizzare un tiro vincente anche prima della fine dei 10 minuti di gioco, visto che vince la prima squadra che raggiunge i 21 punti.

Ma realizzare un canestro simile e portare alla tua nazione una medaglia d'oro Olimpica? Beh, deve essere un vero sogno.

Il lettone Karlis Lasmanis ha vissuto questo sogno: ha realizzato un canestro da due punti, da fuori, e ha sancito un'emozionante vittoria per 21-18 sul ROC, portando la sua squadra alla medaglia d'oro alla prima apparizione del basket 3x3 maschile alle Olimpiadi.

"È incredibile. Cosa posso dire? Sono davvero orgoglioso, spero che la Lettonia sia orgogliosa di noi", ha detto Lasmanis. "Finalmente riportiamo l'oro in Lettonia. Questo è un onore per noi".

2 - Il torneo quasi perfetto della squadra degli USA

Parlando del torneo olimpico 3X3 femminile, gli Stati Uniti prima di iniziare erano al decimo posto del ranking mondiale, un livello che sembrava stranamente basso; ma, forse ancora più strano è stato quando il quartetto composto da Kelsey Plum, Stephanie Dolson, Jackie Young e Allisha Grey ha battuto quasi tutti gli avversari nella fase a gironi, compresa la Francia n.1 al mondo.

Gli Stati Uniti hanno registrato un record di 6-1 nella fase a gironi, in testa alla classifica con una media di 19,4 punti a partita.

Come vincitori del girone, gli Stati Uniti sono passati automaticamente alla fase semifinale, dove hanno battuto di nuovo Francia (18-16) prima di arrivare alla partita per la medaglia d'oro contro le numero 2 del mondo del ROC.

Nonostante il ranking maggiore dei loro avversari, gli Stati Uniti hanno fatto valere ancora una volta la loro soffocante difesa e l'attacco ben organizzato (Plum - 5 punti, Gray - 4 punti, Dolson - 7 punti, Young - 2 punti) battendo il ROC per 18- 15 e vincendo la prima medaglia d'oro olimpica nel basket 3X3 femminile.

Dopo le loro prestazioni durante l'intero torneo, sicuramente gli Stati Uniti saliranno nella classifica del 3X3 della FIBA.

3 - Medaglia di bronzo "a sorpresa" della Serbia

La Serbia era la grande favorita per la vittoria dell'oro nella competizione maschile. La Serbia, infatti, è arrivata a Tokyo come la squadra maschile con il ranking più alto e vantando il miglior giocatore del mondo: Dusan Bulut.

Dopo le prime sette partite le previsioni sembravano fondate con la Serbia che ha mantenuto un record di vittorie del 100% con una media di 19,7 punti a partita, passando alle semifinali come vincitrice del girone.

Tuttavia, vincere il girone non garantisce l'oro olimpico, come Bulut e la Serbia hanno presto scoperto. Nelle semifinali, la Serbia è stata battuta dalla grintosa squadra del ROC che ha messo in campo un gioco fisico, fermando gli avversari a soli 10 punti con una percentuale di tiro da dentro l’area di solo il 18%.

ROC ha vinto in modo convincente la partita per 21-10, e così, i favoriti per la medaglia d'oro si sono dovuti rassegnare alla partita per la medaglia di bronzo.

È stata una sconfitta sorprendente, dimostrata dalla reazione di Bulut e dei suoi compagni di squadra dopo aver battuto il Belgio nella finale per il terzo posto. I sorrisi erano pochi tra il quartetto serbo, rivelando che nonostante fossero "felici" per il bronzo, il loro vero obiettivo era la medaglia d'oro.

4 - L'incredibile percorso del Belgio fino alla semifinale

Il Belgio è stata una sorpresa nel 3X3 maschile.

La federazione, al 14° posto del ranking mondiale, è arrivata ai Giochi Olimpici vincendo l’Universality Olympic Qualifying Tournament e aggiudicandosi l'ultimo posto disponibile per Tokyo 2020.

Ma la squadra composta da Thibaut Vervoort, Nick Celis, Rafael Bogaerts e Thierry Marien ha giocato come una squadra esperta, assicurandosi vittorie inattese contro la Lettonia n.4 del ranking mondiale e il ROC n.6, finendo al secondo posto del girone dietro la Serbia e raggiungendo così la semifinale.

Belgio 3X3
Foto di 2021 Getty Images

Il Belgio ha affrontato ancora una volta la Lettonia in semifinale. Questa volta i lettoni non hanno sottovalutato i loro avversari, concedendo loro solo otto punti e raggiungendo la finale per la medaglia d'oro. Il Belgio ha poi avuto la sfortuna di affrontare la Serbia, n.1 del ranking, nella partita per la medaglia di bronzo. I serbi, forse ancora increduli dopo la loro sorprendente sconfitta contro il ROC all'inizio della giornata, sono stati clinici nella loro vittoria per il bronzo con un punteggio di 21-10.

Nonostante la sconfitta, la squadra belga ha ricevuto numerosi elogi per il suo impressionante quarto posto ai Giochi Olimpici.

5 - La squadra 3X3 della Mongolia entra nella storia delle Olimpiadi

Nel novembre 2019, la squadra mongola composta da Solongo Bayasgalan, Chimeddolgor, Enkhtaivan, Tserenlkham, Munkhsaikhan e Khulan Onolbaatar ha fatto la storia, diventando la prima squadra a qualificarsi per i Giochi Olimpici dalla propria nazione.

Prima di Tokyo 2020, gli unici rappresentanti olimpici della Mongolia (una nazione molto estesa ma con una popolazione di appena tre milioni di abitanti) avevano preso parte solo ad eventi individuali.

Questa squadra femminile, invece, ha prenotato i biglietti per Tokyo in virtù del suo ranking: era una tra le prime quattro federazioni FIBA ​​(Cina, ROC e Romania, le altre squadre che si sono qualificate automaticamente).

Onolbaatar, che è diventata la prima donna portabandiera della sua nazione alla Cerimonia di Apertura, ha raccontato a FIBA3x3 basketball: "Sono sicuramente felice, ma l'emozione più grande per me è l'orgoglio di essere della Mongolia. Non riesco proprio a credere che mi sia stata data questa opportunità sul più grande palcoscenico per lo sport, le Olimpiadi. È il sogno di ogni atleta rappresentare il proprio Paese sul palcoscenico più famoso di tutti".

Purtroppo per la Mongolia, la squadra non è riuscita a superare la fase a gironi, dopo aver perso tutte e sette le partite; tuttavia, la squadra stava per battere l'Italia (sconfitta 15-14) e la Francia n.1 del mondo (una sconfitta 22-18).

Un ultimo sguardo

La Francia ha avuto un inizio traballante nella competizione femminile; la squadra n. 1 al mondo ha perso tre delle prime quattro partite, mettendo seriamente a repentaglio le proprie possibilità di passare agli ottavi.

Tuttavia, grazie ad alcune giocate stellari di Laetitia Guapo e Mamignan Toure, la Francia si è rimessa in carreggiata e ha vinto le ultime tre partite del girone, raggiungendo i quarti di finale. Nonostante abbia battuto il Giappone passando in semifinale, la Francia è caduta contro Stati Uniti e successivamente ha perso contro la Cina nella partita per la medaglia di bronzo.

3X3 SEMI CINA
Foto di 2021 Getty Images

Ciao Parigi 2024

La 3X3 tornerà sul campo olimpico a Parigi nel 2024. Possiamo scommettere che Bulut e la Serbia torneranno in cerca di riscatto nella loro caccia alla medaglia d'oro che hanno perso a Tokyo.

Nella competizione femminile, la Francia cercherà sicuramente di fare di meglio davanti al pubblico di casa dopo il deludente quarto posto ottenuto a Tokyo.

Quando e dove guardare i replay di basket 3X3 su Olympics.com

I replay possono essere visti proprio qui.

Quando si sfideranno di nuovo i giocatori della pallacanestro 3X3?

La 3X3 ritorna il 20 agosto con il FIBA ​​3x3 World Tour Lausanne Masters.

Le medaglie della pallacanestro 3X3 a Tokyo 2020

Torneo Femminile

Oro: USA

Argento: ROC

Bronzo: Cina

Torneo Maschile

Oro: Lettonia

Argento: ROC

Bronzo: Serbia