Loading...
Los Angeles 1984

Los Angeles 1984La torcia

Los_Angeles_1984_torch_hero
(GETTY IMAGES)

Progetto e dettagli staffetta Olimpica

La fiamma fu accesa a Olimpia e trasportata per via aerea ad Atene. L'8 maggio del 1984, iniziò il suo viaggio in terra americana. A New York, davanti alle Nazioni Unite, Gina Hemphill e Bill Thorpe Jr., nipoti di due famosi atleti come Jesse Owens e Jim Thorpe, corsero insieme il primo chilometro.

La staffetta attraversò gli Stati uniti da Est a Ovest, attraverso 33 stati e il distretto di Columbia.

Il 28 luglio, a Los Angeles, Gina Hemphill era alla Cerimonia di Apertura dei Giochi. Trasportò la torcia all'interno dello stadio prima di passarla al decatleta Rafer Johnson. Salì le scale fino a un tubo a cui dette fuoco. La fiamma seguì il tubo fino al braciere, accendendo i cerchi Olimpici nel percorso.

Mappa del percorso

Los-Angeles-1984-map

Dati e Statistiche

Data di inizio: 7 maggio 1984, Olimpia (Grecia).

Data di fine: 28 luglio 1984, Memorial Coliseum, Los Angeles (Stati Uniti).

Primi tedofori: Gina Hemphill e Bill Thorpe Jr.

Ultimo tedoforo: Rafer Johnson, partecipante nell'atletica (1956, 1960), medaglia d'oro a Roma 1960 e d'argento a Melbourne 1956.

Numero di tedofori: 3.636 negli Stati Uniti.

Reclutamento dei tedofori: 3.436 tedofori presero parte alla staffetta nell'ambito del Youth Legacy Kilometre Programme. I tedofori in questa categoria erano stati nominati da individui, organizzazioni o società che avevano fatto una donazione monetaria, poi utilizzata per le politiche giovanili. I restanti chilometri furono coperti da una squadra di 200 runner provenienti da AT&T, sponsor della staffetta. Ognuno corse diverse volte con la torcia, e avevano anche il ruolo di scortare i partecipanti al Youth Legacy Kilometre Programme.

Distanza: 15.000km negli Stati Uniti.

Paesi visitati: Grecia, Stati Uniti.

Caratteristiche torcia

Descrizione: il corpo della torcia è in alluminio tinto di bronzo. Il motto Olimpico, “Citius Altius Fortius”, è scritto sula parte superiore sopra a una rappresentazione del Memorial Coliseum di Los Angeles. Il manico ricoperto di pelle ha un anello di metallo con la scritta: “Games of the XXIII Olympiad Los Angeles 1984”. Lo stemma dei Giochi è presente due volte: alla fine del manico e sulla base della torcia.

Colore: marrone, bronzo.

Altezza: 58.5cm

Composizione: alluminio, bronzo, pelle.

Combustibile: propano

Designer / Produttore: Turner Industries, Inc.

Los_Angeles_1984_torch
(IOC)

Lo sapevi?

Il braciere è lo stesso utilizzato ai Giochi di Los Angeles del 1932, quando fu accesa una fiamma simbolica. Posizionata in cima all'arcata centrale a 45 metri da terra.

L'ultimo tedoforo doveva affrontare una prestazione molto dispendiosa sul piano fisico: 96 scale con una inclinazione del 50°. In allenamento Rafer Johnson fu vittima di crampi. Dopo l'incidente, fu previsto un possibile sostituto in caso di forfait di Johnson il giorno della Cerimonia di Apertura. Era Bruce Jenner, campione olimpico del decathlon nel 1976 a Montreal. Jenner, tra gli otto che portavano la bandiera, indossava abbigliamento sportivo sotto a quello della cerimonia per un'eventuale chiamata.

Los Angeles
1984

Scopri i Giochi

Il look

Un'identità visiva è sviluppata per ogni edizione dei Giochi Olimpici.

Look

Look

Le medaglie

A partire dalla ghirlanda di ulivo, il design delle medaglie si à evoluto negli anni.

Medaglie

Medaglie

La Mascotte

Un'immagine originale, deve dare forma concreta allo spirito Olimpico.

Mascotte

Mascotte

La torcia

Parte iconica di ogni Olimpiade, ogni nazione ospitante offre la sua versione unica.

Torcia

Torcia