GOG Losanna 2020: gli atleti da tenere d'occhio

Tieni sotto controllo le prestazioni di queste grandi promesse ai Giochi Olimpici Giovanili Invernali di Losanna, Svizzera

di Andrew Binner

Saranno anche le Olimpiadi Giovanili Invernali 2020, ma molti degli atleti che partecipano hanno già una buona esperienza a livello senior.

Qui diamo uno sguardo ai nomi da tenere d'occhio sulle montagne di Svizzera e Francia dal 9 al 22 gennaio.

Losanna 2020 verrà trasmessa in streaming in diretta su Olympic Channel, il calendario completo - tra cui i dettagli su come guardare tutto online - è disponibile qui.

Ruka Hirano: l'astro nascente dello Snowboard

Lo snowboarder giapponese Ruka Hirano non è parente della medaglia d'argento olimpica Ayumu Hirano, ma sembra destinato a ottenere successi simili.

Non a caso anche il 17enne è uno specialista dell'halfpipe.

Nel 2019, ha vinto l'argento ai Campionati Mondiali Juniores FIS di Leysin, stessa sede che ospiterà l'halfpipe a Losanna 2020.

I commentatori dovranno tenere gli occhi bene aperti in quanto gareggerà anche il fratello minore di Ayumu, Kaishu Hirano, sempre nell'halfpipe.

Le speranze dei tifosi di casa sono riposte su Nick Puenter.

Il 17enne ha vinto l'oro nel Big Air e nello slopestyle al Festival Olimpico Giovanile Europeo del 2019 a Sarajevo lo scorso febbraio, anche se poi ha deluso ai Campionati Mondiali Juniores di aprile.

Anche a livello femminile il Giappone punta deciso alle medaglie con la due volte campionessa mondiale juniores dell'halfpipe Mitsuki Ono tra le grandi favorite.

Ancora una volta lotterà con l'americana Tessa Maud - argento in entrambe le occasioni - nel tentativo di seguire le orme di Chloe Kim come campionessa dei Giochi Olimpici Giovanili.

Nello sci freestyle, occhio a Kelly Sildaru che sarebbe stata tra le pretendenti all'oro a PyeongChang 2018 ma ha dovuto saltare i Giochi per un infortunio al ginocchio.

Per confermare tale teoria l'estone ha battuto la medaglia d'oro olimpica Cassie Sharpe diventando campionessa mondiale di halfpipe a febbraio.

Altrettanto forte nello slopestyle, la 17enne è campionessa del mondo juniores, vincitrice di un evento di Coppa del Mondo e medagliata ai multi-X Games.

Il podio dei Campionati Mondiali di sci halfpipe 2019 (da sinistra a destra): Cassie Sharpe (seconda), Kelly Sildaru (prima), Brita Sigourney (terza)

Anche Zhang Kexin è da tenere d'occhio nell'halfpipe femminile avendo partecipato con la Cina alle Olimpiadi Invernali del 2018 e avendo vinto diversi eventi di Coppa del Mondo.

La specialista svedese dello slopestyle e del Big Air Jennie-Lee Burmansson ha anche lei assaporato il podio ai Winter X Games, e sarà carica al massimo dopo aver saltato gran parte della stagione per inforunio.

Occhio anche a Kiernan Fagan nello slopestyle e nel Big Air, l'americana è finita molte volte tra le prime tre nel circuito di Coppa del Mondo del 2018-19 diventando presto un nome molto conosciuto.

Fari puntati sui pattinatori di figura russi

La Russia è per il pattinaggio di figura, ciò che la neve è per le Alpi svizzere in inverno.

Tante delle stelle nazionali non pattineranno a Losanna, ma tenete d'occhio Daniil Samsonov - un allievo di Eteri Tutberidze, che ha guidato Alina Zagitova alla gloria olimpica a PyeongChang 2018.

Il 14enne è arrivato terzo al Junior Grand Prix Final di dicembre mentre il compagno di squadra Andrei Mozalev, che competerà anche lui a Losanna, aveva vinto l'argento in quell'occasione.

Il canadese Stephen Gogolev è un altro pretendente alle medaglie dopo aver vinto il Junior Grand Prix Final 12 mesi prima.

Il 15enne era allenato da Brian Orser (che aveva guidato Yuzuru Hanyu agli ori olimpici nel 2014 e nel 2018) ma all'inizio di questa stagione è passato a Rafael Arutunian, il coach del due volte campione mondiale Nathan Chen.

You Young sembra invece la favorita nel singolare femminile.

Al debutto nel Grand Prix senior, la 15enne coreana è diventata l''undicesima donna a completare un triplo Axel in gara conquistando il terzo posto allo Skate Canada.

Ha solo sfiorato la qualificazione al Grand Prix Final terminando al quarto posto la Coppa di Cina.

Il trio '3A' di Tutberidze - la vincitrice del Grand Prix Final Alena Kostornaia, la due volte campionessa del mondo juniores Alexandra Trusova e la recente campionessa di Russia Anna Shcherbakova - non sarà invece a Losanna

Assente anche un'altra allieva di Tutberidze, la vincitrice del Junior Grand Prix Final Kamila Valieva, oltre alla campionessa nazionale americana Alysa Liu.

Le speranze della Lettonia

La Lettonia ha almeno due grandi speranze di medaglia a Losanna.

Tradizionalmente forte negli sport di scivolamento, il più grande prospetto è Gints Berzins che ha vinto l'argento nella staffetta a squadre ai Campionati Europei Juniores di Slittino a gennaio sulla stessa pista di St. Moritz dove si disputeranno questi Giochi.

Da allora, Berzins ha vinto due eventi di Coppa del Mondo Giovanili condividendo il primo posto nelle serie 2019-20 con il tedesco Timon Grancagnolo, probabilmente suo grande rivale anche a Losanna.

La Germania è forte anche nello slittino femminile con Jessica Degenhardt, la leader della Coppa del Mondo Giovanile davanti alla connazionale Merle Fraebel.

La Lettonia ha grandi speranze anche nello sci alpino con Dzenifera Germane.

La 16enne ha illuminato la FIS Alpecimbra Children Cup, competizione che viene considerata il Campionato Mondiale U14/U16 non ufficiale.

In passato avevano trionfato futuri campioni olimpici come Mikaela Shiffrin, Lindsey Vonn e Janica Kostelic, i buoni auspici non mancano.

Sulle piste da sci bisogna sempre fare i conti con l'Austria, il nome sulla bocca di tutti è quello di Amanda Salzgeber, figlia della campionessa olimpica Anita Wachter e dell'ex medaglia d'argento mondiale Rainer Salzgeber.

La giovane polivalente ha fatto i conti con diversi infortuni nel 2019, ma dovrebbe lottare per le medaglie ai GOG.

Per la squadra di casa, Luc Roduit e Delphine Darbellay hanno speranze di podio.

Occhio a Lukas Weissbacher

Il Biathlon sarà tutto nel resort francese di Les Tuffes, e l'austriaco Lukas Weissbacher è dato da molti come favorito avendo tenuto testa ad atleti senior di livello ormai da tempo.

Le gare di Sci di fondo si terranno invece nella vicina Valee de Joux, e la squadra tedesca sembra esplodere di talento.

Helen Hoffmann e Germana Thannheimer hanno brillato contro avversarie più grandi al Festival Olimpico Giovanile Europeo del 2019 e, con un anno in più di crescita sulle spalle, dovrebbero lottare per l'oro a Losanna.

Sempre nello sci di fondo c'è l'americano Will Koch, figlio di Bill, argento a Innsbruck 1976 e prima medaglia olimpica della sua nazione in questo sport.

Diego Amaya: dai Tropici al ghiaccio

Il pattinaggio di velocità colombiano parteciperà per la prima volta ai Giochi Olimpici Giovanili Invernali con Diego Amaya.

L'unica altra rappresentante della Colombia sarà Maude Crossland nel monobob femminile.

Amaya, 16 anni, è andato forte nella Coppa del Mondo ISU 2019-20 sui 1000m e sui 1500m, e spera di ripetersi sul lago ghiacciato di St. Moritz.

Si troverà di fronte la crema del pattinaggio asiatico con Yudai Yamamoto che guiderà l'assalto giapponese.

A livello femminile potrebbe esserci un dominio olandese con Myrthe de Boer strepitosa nei due eventi della Coppa del Mondo Juniores di questa stagione.

Trinidad and Tobago avrà il suo primo partecipante ai Giochi Olimpici Giovanili Invernali con lo sciatore Abigail Vieira che vive in Massachusetts.

Il 17enne parteciperà a slalom speciale e slalom gigante e, a Pechino 2022, potrebbe diventare il primo Olimpionico Invernale del suo Paese dopo 20 anni di attesa.

Julian Macaraeg, nato a New York, diventerà il primo pattinatore dello short track delle Filippine a gareggiare ai Giochi Olimpici Giovanili Invernali, e primo della sua nazione in assoluto a partecipare ai GOG dal 2012.

Negli eventi femminili, ci si aspetta spettacolo dalla slovacca Petra Rusnakova, che ha vinto l'oro nei 500m e nei 1000m e l'argento nei 1500m al Festival Olimpico Giovanile Europeo dello scorso anno.

Ma la Corea del Sud sarà sicuramente la squadra da battere avendo vinto cinque medaglie d'oro su sei nello short track a Lillehammer quattro anni fa.

Le speranze norvegesi

La Norvegia è sicuramente la nazione di maggior successo ai Giochi Olimpici Invernali negli ultimi anni, e anche il futuro sembra in ottime mani.

Al centro Les Tuffes Nordic, Gyda Westvold Hansen spererà di fare un passo in più rispetto all'argento del 2019 nella Combinata Nordica ai Campionati Mondiali Juniores.

A livello maschile ci si aspetta grandi cose dallo sciatore freestyle Tevje Skaug, che si esibirà con i suoi numeri al Villars Winter Park.

I favoriti negli sport da scivolamento a Losanna 2020

Bob, slittino e skeleton si terranno sull'unica pista sostenibile al mondo di St. Moritz, pista costruita a mano ogni novembre.

Viktoria Cernanska è in pole position per l'oro nel monobob femminile, la slovacca ha vinto le Omega Youth Series del 2019.

La Russia tornerà probabilmente a medaglia nello slittino, con Mikhail Karnaukhov e Lurri Chirva che hanno vinto in coppia la Coppa del Mondo Giovanile del 2018-19.

I tedeschi Elisabeth Schroedl e Lukas David Nydegger saranno favoriti per l'oro nello skeleton dopo aver vinto le Omega Youth Series del 2018/19 a St. Moritz.

Nydegger gareggia anche in Coppa Europa, ed è già salito sul podio.

I tifosi di casa impazziranno quando Fabian Gisler scenderà in pista per il monobob maschile. Il giovane svizzero sta andando a tutto gas, avendo già fatto registrare due vittorie e un secondo posto nelle prime quattro uscite alle Omega Youth Series del 2019.

Il re e la regina del curling

La storia della canadese del curling Emily Deschenes è quella di un sogno realizzato.

Residente nell'Ottawa, aveva appena sette anni quando ha visto il curling alle Olimpiadi Invernali sul ghiaccio di casa di Vancouver.

Dopo appena dieci minuti sapeva già cosa voleva fare nella vita ed era già sulla strada per diventare una stella di questo sport.

A Losanna 2020, cercherà di trascinare la sua squadra al trionfo.

Uno dei più importanti sport invernali britannici è il curling, con Jamie Rankin considerato un possibile talento di livello mondiale.

E' il figlio della medaglia d'oro di Salt Lake City 2002, Janice Rankin, e gareggerà nell'evento a squadre miste.

Dove guardare

Olympic Channel trasmetterà 300 ore di competizione in streaming per i 13 giorni di Losanna 2020 con un canale dedicato esclusivamente ai GOG Invernali disponibile su olympicchannel.com, YouTube e dispositivi connessi come Amazon Fire, Apple TV, Android TV e Roku.

Ci saranno show in diretta quotidiani con notizie, highlights, storie di tendenza e interviste con format divertente e interattivo in streaming su Facebook, Twitter e olympicchannel.com, oltre al quotidiano Podcast di Olympic Channel con interviste a personalità del mondo olimpico.

SEGUI LE OLIMPIADI IN MODO UNICO.

Eventi sportivi in diretta gratis. Accesso illimitato alle serie. Novità e momenti salienti in esclusiva dalle Olimpiadi