Uno sguardo al passato: la prima volta della Malesia alle Olimpiadi Invernali

Pensavate che gli atleti malesi non avessero mai preso parte ai Giochi Olimpici Invernali? E invece sì, hanno partecipato per la prima volta a PyeongChang 2018. Inoltre, questo paese tropicale sta sviluppando un legame autentico con le prossime Olimpiadi Invernali di Beijing 2022. Qui vi raccontiamo tutte le bizzarre relazioni della Malesia con i Giochi Invernali.

di Yukifumi Tanaka
Foto di 2018 Getty Images

Quando si sente parlare di sport in Malesia, la maggior parte delle persone immagina il badminton o il calcio. A chi verrebbero in mente le discipline invernali? Eppure, questa nazione tropicale ha partecipato ai Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang 2018 e la bandiera malese ha già sventolato sulle tribune degli sport del ghiaccio e della neve.

Ai Giochi coreani hanno infatti preso parte 2 atleti, Julian Yee, pattinatore di figura, e Jeffrey Webb, sciatore alpino.

Julian Yee

Julian è nato nella capitale malese e ha iniziato a praticare il pattinaggio all'età di quattro anni, con la madre e i fratelli. Si allenava su una pista ghiacciata in un centro commerciale, cosa abbastanza normale in Malesia. La superficie però era grande solo due terzi rispetto a quella Olimpica, una dimensione non ideale per allenarsi e sviluppare le varie tecniche di salto. Inoltre, lui e il suo allenatore si allenavano prima o dopo l'orario di apertura del centro, a volte pattinando anche alle tre del mattino e al buio. Analizzavano ripetutamente i video di famosi pattinatori su YouTube o delle competizioni a cui riuscivano ad andare. Quando Julian ha partecipato alle prime competizioni internazionali, alcune persone non conoscevano nemmeno la posizione geografica del suo paese.

Per coronare il suo sogno Olimpico, Julien ha così deciso di allenarsi in Canada. Nel 2017 alle qualificazioni per PyeongChang 2018, è arrivato sesto su 26 atleti, regalando al paese lo storico biglietto per le prime Olimpiadi Invernali della sua storia.

Ogni atleta sogna di andare alle Olimpiadi, ma onestamente, venendo da un paese tropicale e gareggiando in una disciplina invernale, non ho mai pensato che ce l'avrei fatta.

Il 9 febbraio 2018, ha sfilato alla Cerimonia di Apertura di PyeongChang 2018 come portabandiera malese.

Julian Yee durante la sua esibizione ai Giochi di PyeongChang 2018
Foto di 2018 Getty Images

Alla fine di questo storico anno Olimpico, Julian ha fondato la sua accademia di pattinaggio in Malesia. Come capo allenatore e direttore dell'accademia, si sforza di migliorare la pratica del pattinaggio di figura e di formare i giovani pattinatori del sud-est asiatico, con la speranza di qualificarsi nuovamente per la seconda volta Olimpica a Beijing 2022.

“In Malesia lo sport unisce davvero chiunque. Qui non guardano il colore della tua pelle, quindi trovo che sia un ottimo modo per aumentare la coesione tra le persone. Sapere che tu per una volta sei in grado di unire un paese... beh è davvero una bella sensazione, e spero di poterlo fare ancora”.

Jeffrey Webb

Jeffrey, sciatore alpino, è nato a Kuala Lumpur da madre malese e padre americano. All'età di cinque anni, si è trasferito a Chelan, Washington, negli Stati Uniti, dove si erano stabiliti i suoi genitori. Poi, si è unito alla squadra di sci locale, Mission Ridge Ski Team, all'inizio solo perché gli piaceva la giacca della squadra.

Come adolescente residente negli Stati Uniti si è allenato di continuo e ha partecipato a molte gare di sci negli Stati Uniti e in Canada. Ha poi preso parte come primo sciatore malese agli Asian Winter Games Sapporo 2017 in Giappone. Nell’evento ha stabilito il punteggio necessario per assicurarsi il posto alle Olimpiadi Invernali e ha quindi gareggiato sotto la bandiera malese negli eventi di slalom e gigante a PyeongChang 2018.

Jeffery Webb durante l'evento di slalom gigante a PyeongChang 2018
Foto di AGENCE ZOOM

Più gioventù, più Giochi Invernali

Se la relazione tra i Giochi Olimpici Invernali e gli atleti invernali malesi fosse più consolidata, il nome di Chew Kai Xiang, pattinatore di figura, sarebbe più noto nel Paese. All'età di 16 anni, Chew è stato inviato come primo e unico rappresentante della Malesia ai Giochi Olimpici Giovanili di Lillehammer 2016, due anni prima di PyeongChang 2018.

Chew ha iniziato a pattinare a quattro anni, ispirato dalla sorella maggiore. Grazie all'affermazione di Julian Lee ai Campionati Mondiali Juniores del 2015, la Malesia ha ottenuto la prima partecipazione assoluta ai Giochi Olimpici Invernali Giovanili. E se Julien non ha potuto esserci per limiti di età, Chew è stato invece selezionato come atleta delegato, secondo nella classifica nazionale del pattinaggio artistico junior. Per prepararsi all’evento Olimpico giovanile, si è preso un anno scolastico sabbatico e si è trasferito in Giappone per gli allenamenti. E adesso punta con decisione alla prossima edizione Olimpica a Pechino l'anno prossimo.

Un anno prima del debutto malese alle Olimpiadi Invernali, la capitale cinese è stata scelta come città ospitante dei XXIV Giochi Olimpici Invernali proprio a Kuala Lumpur. Alla 128esima sessione del CIO tenutasi nella capitale malese, i membri del CIO hanno stabilito che Pechino sarebbe diventata la prima città a organizzare sia i Giochi Olimpici Estivi che quelli Invernali. Sin dal primo momento dell’avventura di Beijing 2022, la Malesia ha stabilito un legame più profondo con le prossime Olimpiadi Invernali rispetto a qualunque altro paese.

Ma non è tutto: alla prossima edizione dei Giochi Olimpici Giovanili Invernali di Losanna 2020, la Malesia ha preso parte all’evento con una delegazione formata sempre da 2 atleti, Sean Yeo e Dione Tan, in gara nello short track.

I giovani talenti malesi si impegnano così in diverse discipline invernali, con Beijing 2022 nel mirino!