Trionfo Johaug nella 30k mass start TL Olimpica. Argento USA e bronzo Finlandia

Terza medaglia d'oro a Beijing 2022 per Therese Johaug (NOR) che domina anche la 30 km TL di fondo, davanti a Jessie Diggins (USA) e a Kerttu Niskanen (NOR).

Foto di 2022 Getty Images

Imperioso atto di forza di Therese Johaug (NOR) nella mass start 30km TL, che stravince con quasi 2 minuti di vantaggio su un'inattesa, e stravolta all'arrivo, Jessie Diggins (USA). Completa il podio Kerttu NISKANEN, che recupera nel finale sulla svedese Ebba Andersson, terza in solitaria fino al rush finale.

Anche l'evento di chiusura del fondo femminile a Beijing 2022 è tormentato da freddo intenso e raffiche di vento gelido, presenti sul tracciato a rendere più complicata la vita delle atlete. Condizioni che scatenano i cavalli della norvegese Johaug, già due ori in questi Giochi – nello skiathlon e nella 10km TC –, decisa a imporre il suo ritmo dall'inizio scavando progressivamente un solco che nessuna avversaria riesce a colmare. La nordica conclude col tempo di 1:24.54.

L'argento va alla sorprendente americana Jessie Diggins, che termina però lontanissima a +1:43.3, conquistando la seconda medaglia ai Giochi dopo il bronzo vinto nella sprint.

Più combattuta la battaglia per il bronzo, con l'esausta Andersson che si fa riprendere dalle avversarie e alla fine a imporsi è la finlandese Niskanen, che termina a +2:33.3 dall'oro regolando sul traguardo l'altra svedese Jonna Sundling.

La Norvegia, con quest'ultimo metallo, vince anche il medagliere dello sci di fondo e rimpingua la leadership in quello generale.

Erano quattro le azzurre in gara nella mass start, nessuna con grandi aspettative e al traguardo tutte lontane dal vertice: Anna Comarella (40ma), Cristina Pittin (33ma), Caterina Ganz (45ma), e la figlia d'arte Martina di Centa (34ma).

IL PODIO DELLA MASS START FEMMINILE OLIMPICA

  1. Therese Johaug (NOR), 1:24.54
  2. Jessie Diggins (USA), 1:26:37.3
  3. Kertuu Niskanen (FIN), 1:27:27.3

QUI puoi trovare maggiori dettagli sulla gara.

Segui in diretta tutta l'azione di Pechino 2022 nel liveblog di olympics.com.

Le dichiarazioni del podio

Therese JOHAUG (NOR) - oro

Sulla sua reazione alla vittoria dell'oro a Pechino 2022:

"Sono così orgogliosa e felice. È un sogno che diventa realtà che io possa stare qui per la Norvegia con tre medaglie d'oro nella stessa Olimpiade. Ero così, così felice 14 giorni fa quando ho ottenuto la mia prima (medaglia d'oro), e non posso credere che dovrei avere più. È fantastico finire la mia carriera olimpica con queste tre medaglie d'oro".

Sul tempo ventoso e freddo sul campo:

"Erano condizioni difficili là fuori. C'era molto vento, ma sono nata in un piccolo posto con molto vento e molta neve, quindi so come allenarmi per queste condizioni. Ho cercato di concentrarmi su me stessa".

Sulla performance della Norvegia a Pechino 2022:

"È stata un'Olimpiade incredibile per tutta la squadra della Norvegia. È così bello vedere che tutto il lavoro che abbiamo fatto, possiamo anche tirarlo fuori quando ci sono le Olimpiadi".

Jessie DIGGINS (USA) - argento

Sulle gare in condizioni difficili:

"È davvero emozionante. È una delle cose più difficili che abbia mai fatto in tutta la mia vita, soprattutto perché ho avuto un'intossicazione alimentare 30 ore fa, per questo ho pensato che sarei morta al traguardo (ride)."È stato così speciale vedere la mia famiglia e il mio fidanzato subito dopo in video. Le mie gambe avevano i crampi per tutti gli ultimi 17 chilometri. Non so come ho fatto ad arrivare al traguardo. È stato incredibile".

"Abbiamo avuto così tanto tifo là fuori. C'era tutto il biathlon americano, tutto lo sci americano. Era come se tutti fossero là fuori, e quando è diventato davvero difficile, tutti stavano solo respirando con me (si asciuga le lacrime). è stato così difficile, ma è così speciale perché ho sentito come se avessimo così tanto aiuto e amore là fuori, quindi voglio solo dire grazie.

"Fino all'ultima goccia di energia è andata in quella gara. Negli ultimi due giri avevo i crampi alle gambe. Abbiamo avuto un tifo incredibile là fuori, e ho pensato, non posso mollare, devo mettere tutto quello che avevo nella neve oggi e finire con niente. Ci ho provato davvero, davvero tanto".

Sull'affrontare un'intossicazione alimentare:

"Mi sono svegliata ieri mattina e praticamente tutto stava uscendo da me, quindi in pratica sono rimasta a letto tutto il giorno e mi sono fatta mandare del cibo. Per fortuna non era così grave, ma 24 ore fa mi sentivo abbastanza male. Stavo parlando con i miei genitori e mia madre mi ha detto: 'Non decidere come ti senti in questo momento, vai là fuori e scia perché ti piace correre'. E aveva ragione".

Sulla sua fiducia verso la gara dopo aver avuto un'intossicazione alimentare:

"Onestamente, non molta fiducia. Ventiquattro ore fa, mi sentivo davvero male. Forse perché è stato così freddo e così difficile, forse il riposo extra è ciò di cui avevo bisogno".

Sull'essere in grado di farcela:

"Avevamo degli sci fantastici. La nostra squadra ha lavorato così duramente. Ho solo cercato di sciare in modo intelligente e poi volevo fare una gara coraggiosa, così quando Therese (JOHAUG, NOR) è partita, ho cercato di andare con lei e non sono riuscita a rimanere. Così ho pensato di abbassare la testa e fare la mia gara."Quella potrebbe essere stata la migliore gara di tutta la mia vita, non voglio mentire. È stata anche forse la gara più difficile di tutta la mia vita."È stata una montagna russa di emozioni, ma sono così felice che siamo arrivati alla fine. Avere una medaglia nello sprint e nella 30 km sono i finali per me. Ho cercato di essere un buon atleta a tutto tondo per tutta la mia vita, quindi questo è stato davvero bello".

Kerttu NISKANEN (FIN) - bronzo

Sulla sua reazione alla vittoria del bronzo ai Giochi Olimpici Invernali Pechino 2022:

"In gara, non credevo davvero di poter prendere la mia seconda medaglia. Naturalmente, ci sono un sacco di sciatori molto bravi. Sono felice di aver fatto del mio meglio.

"La velocità all'inizio della gara è stata abbastanza dura, e avevo un po' paura che Therese (NOR) andasse così forte. Ma era forse il terzo giro, volevo davvero fare un po' più di velocità."Non è stato possibile perché questo vento è così pazzo. Ho cercato di spingere forte alla fine della gara. L'ultima salita era davvero importante per me. Ho fatto del mio meglio e sono felice che sia sufficiente.

Sulle difficili condizioni del percorso:

"Ieri quando abbiamo visto la gara degli uomini e non erano 50 chilometri, erano 30. Ero così (tiene le mani in preghiera) sperando che oggi potessimo sciare solo 30 chilometri. Per me è meglio che 50. Sono felice che fossero 30 chilometri."Questo vento è terribile, ma penso che tutti quelli di oggi si sentano allo stesso modo".

Su suo fratello, Iivo NISKANEN (FIN) che ha vinto la 15 km classica maschile:

"Siamo entrambi felici. Sono felice che abbia fatto un'Olimpiade straordinaria qui. Tutta la famiglia ci sta aspettando a casa. Tutti sono molto felici".

ISCRIVITI PER NON PERDERTI NULLA.

Ricevi notizie, video e highlight dei Giochi olimpici invernali sullo snowboard e molto altro ancora.