Constantini a Malpensa: l'accoglienza del fidanzato...con sorpresa! Ai curler azzurri "Siete fortissimi, vi tiferò da casa"

Dopo la tempesta di emozioni dei primi giorni da campionessa Olimpica in carica nel doppio misto di curling, Stefania Constantini lascia a Pechino il compagno di squadra Amos Mosaner per fare ritorno in Italia. Ad aspettarla a Milano c'è il fidanzato, i rappresentanti del suo gruppo sportivo - le Fiamme Oro - e tante telecamere.

di Gisella Fava
Foto di Justin Setterfield

Stefania Constantini è la prima a dire che tutto quello che sta vivendo è indescrivibile. Fino a poche settimane prima di partire per Pechino si divideva tra la sua grande passione e il lavoro che le permetteva di mantenersi, facendo levatacce per allenarsi a secco prima di andare in negozio e andando sul ghiaccio la sera, dopo il lavoro, per ritornare tra le sue adorate stone.

Poi è arrivato il buon esito del concorso delle Fiamme Oro, il riconoscimento ai suoi sacrifici che ha lanciato la scalata dell'Olimpo del curling e la sua affermazione come totale rivelazione del torneo di Beijing 2022.

Stefania Constantini è atterrata ieri, 11 febbraio, all'aeroporto di Milano Malpensa. Ha lasciato la terra cinese dove si è avverato il suo sogno e dove Amos Mosaner prosegue la sua avventura Olimpica con la squadra maschile.

9 ore di viaggio in cui ha potuto metabolizzare, nella quiete dell'alta quota, quanto successo negli ultimi giorni, ma è all'atterraggio che ha potuto provare un primo assaggio dei sorrisi e del supporto di casa.

Orso gigante e una rosa da parte del fidanzato

Ad accoglierla agli arrivi, gli amici, un orso di peluche gigante, una rosa e l'abbraccio del fidanzato, Domenico Dalla Santa, backup dell'HC Fassa, squadra di hockey di Canazei (provincia di Trento) che milita nell'Alps Hockey League (AHL), la lega dell'Europa centrale che riuniusce squadre della massima serie di Italia, Austria e Slovenia.

LEGGI ANCHE: Momento Olimpico dell'8 febbraio: l'Italia è medagliad'oro nel doppio misto di curling!

Interpellata su come sia cambiato l'approccio della coppia Mosaner - Constantini al torneo, di gara in gara, la curler così risponde ai microfoni di Sky Sport Italia:

"Dopo aver finito il round robin da imbattuti, nove partite nove vittorie, ci siamo veramente guardati in faccia e ci siamo detti 'qua è il momento di cambiare l'obiettivo'. Inizialmente volevamo raggiungere le semifinali ma visto il gran lavoro che abbiamo fatto, sembrava giusto scalare fino alla cima e prenderci quello che ci meritiamo e così abbiamo fatto".

Mentre sul fatto che nella sua vita ci sarà un prima e un dopo Beijing 2022, non ha dubbi:

"Adesso grazie alle Fiamme Oro ho questa nuova opportunità di fare della mia passione il mio lavoro ed è fantastico. Si sono interessati al nostro sport ancora prima di tutto questo. E' bellissimo perché adesso io ho potuto restituire qualcosa, loro mi hanno dato questa grande opportunità io sono contenta di aver portato questo oro anche per questo gruppo sportivo".

LEGGI ANCHE: Come seguire il curling ai Giochi Olimpici Invernali di Beijing 2022.

Il difficile tabellone della squadra maschile a Pechino, l'augurio per il movimento femminile e Milano Cortina 2026

L'inizio degli azzurri del curling non si sta rivelando affatto facile - tre sconfitte nelle prime tre partitedel round robin,contro Gran Bretagna, Svezia e Repubblica Popolare Cinese - , ma Constantini è fiduciosa, oltre che la prima tifosa:

"I ragazzi sono sul pezzo. Hanno avuto la sfortuna di incontrare subito due squadre fortissime che possono arrivare in finale quindi veramente tenete duro perché ragazzi siete fortissimi. Vi tiferò da casa e fate vedere quello che sapete fare".

E sulla squadra femminile, la consapevolezza che c'è tanto da lavorare, ma Milano Cortina 2026 potrebbe essere l'evento spartiacque anche per le donne italiane del curling:

"Un'Olimpiade in casa accade veramente una volta sola nella vita e poi proprio casa mia perché Cortina è dove vivo. Ora voglio godermi certamente la medaglia e poi tornare a lavoro e arrivare ancora più preparata per Milano Cortina ".

"Noi ragazze siamo ad un livello un pochino inferiore al momento, perché siamo una squadra giovane quindi penso che con questa medaglia si possano aprire molte più strade anche per noi per crescere. Sono determinata quindi quando mi fisso un obiettivo cerco di raggiungerlo quanto, sono anche un po' cocciuta ho preso da mia mamma e mio papà. Devo a loro tanto per questa medaglia".(Sky Sport Italia)

LEGGI ANCHE: Il programma del curling alle Olimpiadi di Beijing 2022.

AMI IL CURLING? SEI NEL POSTO GIUSTO.

Ricevi notizie, video e highlight dei Giochi olimpici invernali sul curling e molto altro ancora.