Grandi rivalità delle Olimpiadi Invernali: Hanyu Yuzuru e Nathan Chen, nel pattinaggio di figura

Il 27enne giapponese e il 22enne americano sono i principali contendenti per vincere l'oro nel pattinaggio di figura maschile a Pechino 2022. Negli ultimi tempi, Chen ha avuto la meglio su Hanyu. Ma sarà in grado di battere il suo avversario sul più grande palcoscenico sportivo del mondo? Olympics.com vi racconta la storia della loro rivalità. 

di Indira Shestakova
Foto di 2017 Getty Images

I migliori pattinatori di figura maschile degli ultimi anni si sono affrontati per la prima volta in competizioni importanti durante la stagione 2016/17. Nathan Chen ha combattuto duramente contro Hanyu Yuzuru nella sua finale del Grand Prix di debutto, uscendone con la medaglia d'argento. E mentre Hanyu ha portato a casa l'oro, ha perso contro il suo avversario statunitense per 10 punti nel pattinaggio libero.

L'anno successivo, ai Campionati dei Quattro Continenti 2017 che si sono tenuti a Gangneung, nella Repubblica di Corea, Chen ha battuto Hanyu per la prima volta. Tuttavia, solo un mese dopo Hanyu ha vinto il suo secondo oro ai Campionati del Mondo. Chen ha concluso il concorso 31 punti dietro il suo rivale, al sesto posto.

Prima dell'emergere di Chen, l'unico pattinatore di figura in grado di avvicinarsi a Hanyu è stato lo spagnolo Javier Fernandez, che ha battuto il pattinatore giapponese due volte ai campionati del mondo 2016 e 2017. Sembrava che la stagione olimpica 2017/18 fosse più vicina che mai.

All'inizio della stagione, Chen ha dimostrato il suo immenso potenziale alla Rostelecom Cup di Mosca, piazzandosi primo nel programma corto e secondo nel pattinaggio libero. In questo modo ha sconfitto il Campione mondiale e Olimpico in carica Hanyu, che ha potuto ottenere solo la vittoria nel pattinaggio libero.

Il secondo duello stagionale tra Hanyu e Chen doveva svolgersi alla finale del Grand Prix di Nagoya, tuttavia Chen ha vinto senza dover affrontare Hanyu che si era infortunato all'NHK Trophy di Osaka. Prima delle Olimpiadi 2018 a PyeongChang, lo statunitense era considerato una vera minaccia per il campione Olimpico in carica. Tuttavia, Chen non si è comportato secondo le aspettative durante il programma corto e ha potuto solo finire 17°. Durante il pattinaggio libero, si è ripreso, diventando il primo uomo a tentare sei quad. Tuttavia, mentre ha ottenuto il punteggio più alto nel pattinaggio libero - quasi nove punti in più di Hanyu - i fallimenti precedenti di Chen lo hanno visto finire al quinto posto.

Hanyu, al contrario, ha eseguito un programma corto impeccabile, diventando primo in quel segmento e secondo nel pattinaggio libero. Ha vinto la sua seconda medaglia d'oro Olimpica consecutiva e divenne il primo uomo da Dick Button a difendere il titolo olimpico (1948, 1952).

Hanyu ha deciso di ritirarsi dal campionato del mondo post-Olimpico per permettere al suo piede ferito di recuperare, lasciando Chen senza il suo principale rivale, visto che ha gareggiato a Milano ed è stato incoronato campione del mondo. La successiva competizione a cui entrambi hanno partecipato è stato il Campionato del Mondo 2019 a Saitama, dopo che Hanyu si è nuovamente infortunato alla caviglia in allenamento per la Rostelecom Cup 2018.

Chen ha poi conquistato il suo secondo campionato del mondo consecutivo con una vittoria a senso unico sul campo di casa di Hanyu. Lo statunitense ha battuto il record del mondo per il pattinaggio libero e il punteggio totale, finendo quasi 23 punti davanti a Hanyu. In una competizione avvincente, Hanyu ha prima stabilito due suoi record mondiali che sono stati poco dopo superati da Chen.

All'ultima finale del Grand Prix della stagione 2019/20, che si è tenuta a Torino, Chen ha superato nuovamente il suo rivale. Ancora una volta, ha stabilito un nuovo record mondiale per il pattinaggio libero e il punteggio totale. Questa volta Hanyu ha perso con ancora più stacco - 44 punti. Tuttavia, dopo aver vinto l'argento, ha dichiarato di essere motivato dalla sua rivalità con Chen.

"Nathan sta davvero spingendo sempre più forte nel pattinaggio di figura. Quindi è come dire, 'Perché renderlo più difficile? Sono davvero più vecchio! Più vecchio di lui", ha detto Hanyu con una risata.

"Ma, sapete, mi piace molto competere con lui. Se riesco a superare i 300, per il punteggio totale, mi sento davvero solo e poi non riesco a trovare la motivazione per il pattinaggio. Quindi, ecco la mia motivazione".

Anche Chen ha ammesso che gli piace gareggiare con Hanyu che, secondo lui, è il “G.O.A.T. (Greatest of all Time, il più grande di tutti i tempi)”.

"È il più grande di tutti i tempi, davvero. Uno dei migliori che abbia mai messo piede sul ghiaccio. Quindi, avere l'opportunità di condividere il ghiaccio con un ragazzo del genere, qualcuno che ho ammirato per molto tempo, qualcuno che ho visto crescere tra le fila delle giovanili quando ero un bambino… È davvero bello poterlo vedere ora. È davvero bello anche solo essere in grado di vederlo di persona".

Al campionato del mondo 2021, l'americano ancora una volta ha vinto con un ampio margine. Anche se Hanyu si è piazzato primo nel programma corto, era terzo nella classifica generale, 31 punti dietro Chen. È stato anche battuto dal suo connazionale Kagiyama Yuma. La scorsa stagione si è conclusa con il World Team Trophy 2021, dove Chen si è nuovamente piazzato primo davanti a Hanyu (il suo risultato ha aiutato il Team USA a vincere la medaglia d'argento, il Giappone ha preso il bronzo).

Se la forma è qualcosa da cui partire, sembrerebbe che il "Quad King", come Chen è chiamato, abbia superato Hanyu come il favorito per l'oro a cinque cerchi. Ma nella stagione olimpica, il giapponese ha dimostrato che ha un'arma segreta che può aiutarlo a mantenere la sua corona ai Giochi. A causa di un infortunio, ha perso la serie Grand Prix questa stagione, tuttavia ai campionati giapponesi in dicembre è diventato il primo pattinatore al mondo a tentare un quadruplo Axel in competizione. Il salto è stato infine declassato a causa di un atterraggio di due piedi, tuttavia per Pechino 2022 potrebbe essere in grado di eseguire il salto più difficile del mondo con più fiducia.

"Sto andando a Pechino perché voglio completare il quadruplo Axel", ha detto Hanyu dopo aver creato la squadra olimpica giapponese. "Voglio il titolo usando l'Axel".

Per Chen, l'inizio della stagione olimpica è stata una sfida. A ottobre, ha perso il suo primo torneo da PyeongChang 2018, finendo terzo a Skate America, ma poi si è riscattato con una vittoria a Skate Canada.

Venendo alle Olimpiadi, entrambi i pattinatori hanno una forte motivazione per scrivere i loro nomi nella storia: Hanyu può diventare il primo pattinatore di figura maschile al mondo da Gillis Grafström (1920, 1924, 1928) a vincere tre ori olimpici di fila. E Nathan Chen può aggiungere l'unico titolo che gli manca alla sua collezione di premi. Non importa come finirà la loro rivalità, è sicuramente una delle storyline più interessanti dei Giochi Olimpici Invernali di Beijing 2022.

IL PATTINAGGIO DI FIGURA ARRIVA NELLA TUA CASELLA DI POSTA.

Ricevi notizie, video e highlight dei Giochi olimpici invernali sul pattinaggio di figura e molto altro ancora.