Pattinaggio di figura, stagione 2021/22: tutto quello che c'è da sapere

Con i Grand Prix ISU al via il 22 ottobre, comincia la stagione invernale del pattinaggio artistico 2021/21. Scopriamo chi tenere d’occhio, come stanno le star del momento - Anna Shcherbakova e Yuzuru Hanyu in primis - e le date imperdibili, anche in vista dei Giochi di Beijing 2022.

di Emma Hingant with Nick McCarvel and Sanjeev Palar
Foto di Koki Nagahama/Getty Images

Con i Giochi Olimpici di Beijing 2022 che si profilano all'orizzonte – dal 4 al 20 febbraio del prossimo anno – i protagonisti e le protagoniste del pattinaggio su ghiaccio dovranno fronteggiare un’intensa stagione 2021/22.

Gli eventi ISU dello scorso settembre e ottobre hanno già offerto trame interessanti, con debutti nel mondo senior molto promettenti – quello di Alysa Liu nel singolare femminile, tra gli altri – e conferme di grande livello, come nel caso dei francesi Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron.

Così, alla vigilia della stagione dei Grand Prix e l'imminente Skate America di Las Vegas (USA) del 22-24 ottobre, Olympics.com fa un giro di ricognizione tra i favoriti e le novità nelle diverse discipline. Ecco la nostra guida alla stagione 21/22 del pattinaggio su ghiaccio, per goderci al meglio le prossime gare.

Un'occhiata alle pattinatrici favorite: sarà l’anno delle adolescenti?

Tre atlete russe dominano la classifica mondiale: Anna Shcherbakova (17 anni) è la numero uno, Alexandra Trusova (17) la numero due, ed Elizaveta Tuktamysheva (24) la numero quattro. Tutte e tre hanno composto il podio del Campionato del mondo 2021, e ognuna di loro spera nella stagione della consacrazione, con le Olimpiadi di Pechino a coronarla. In realtà il trio russo che ha dominato il Campionato del mondo è balzato ai vertici del ranking internazionale soltanto da poco. Alena Kostornaia, Kamila Valieva, Maiia Kromykh e Daria Usacheva, sono altre connazionali da tenere d’occhio, dato che sono sempre state nella zona alta del ranking internazionale. Questo fa sì che nello scenario di qualificazione, il ROC è di fatto la squadra Olimpica più competitiva.

Chi saranno le sfidanti delle pattinatrici del ROC a Pechino?

Questa missione potrebbe spettare alla giapponese Kihira Rika, che ha dimostrato una grande brillantezza nelle ultime due stagioni a cui si aggiunge un cambio di allenatore, adesso Brian Orser, molto interessante. In Canada, Kihira ha affrontato il recupero dall’infortunio a una caviglia, ma dovrebbe comunque ritornare in gran forma per guidare il forte contingente giapponese, che può contare anche su nomi come Sakamoto Kaori e Miyahara Satoko, tra gli altri.

La statunitense Alysa Liu (16) è in ottima forma dopo aver vinto il Lombardia Trophy e il Nebelhorn Trophy a inizio stagione 2021/22, e aver fatto il suo debutto internazionale senior alla Cranberry Cup 2021 ad agosto, vincendo l'oro. La sua connazionale Karen Chen (22), undicesima a PyeongChang 2018 e attuale numero cinque del mondo, non ha ancora conquistato il podio in un campionato importante, ma potrebbe essere una forza da non sottovalutare, così come Maria Bell.

La diciassettenne You Young della Corea del Sud spera di far valere il vantaggio della medaglia d'oro conquistata ai Giochi Olimpici Giovanili Invernali di Losanna 2020, nel singolo femminile, anche se la sua performance ha un po’ vacillato nell’ultima stagione.

Da non sottovalutare la veterana belga Leona Hendrickx, quinta al Campionato del mondo del 2021, e la georgiana Anastasiia Gubanova, che ha fatto capire di avere le carte in regola per diventare una delle migliori.

Competizione individuale maschile: ci sarà qualcuno in grado di fermare Hanyu o Chen?

Sarà molto difficile attaccare la supremazia degli atleti giapponesi e americani nella competizione maschile. I titani del momento sono il giapponese Yuzuru Hanyu, due volte campione Olimpico (2014, 2018), due volte Campione del mondo (2014, 2017) e attuale numero uno del ranking, e lo statunitense Nathan Chen, Campione del mondo in carica, al suo terzo titolo iridato.

Come con le colleghe donne, nelle squadre di riferimento dei due fenomeni del pattinaggio, quella giapponese e quella statunitense, ci sono molti talenti scalpitanti e desiderosi di scalare le classifiche del pattinaggio.

Per il Giappone, Uno Shoma (23) medaglia d'argento a PyeongChang 2012, cercherà di trovare la sua forma migliore in questa stagione, ma tanto lui come Hanyu dovranno vedersela con Kagiyama Yuma (18), medaglia d'argento nello scorso Campionato dietro Chen, e oro a Losanna 2020.

Nathan Chen, ora 24enne, vuole continuare ad aggiornare il curriculum: tre volte Campione del mondo (2018, 2019, 2021), quinto a PyeongChang 2018, e tappa dello Skate America Grand Prix in tasca per quattro stagioni di seguito. È anche andato a segno, per tre volte consecutive, nella finale del Grand Prix, un titolo che non ha potuto difendere la scorsa stagione, ma solo perchè l'evento è stato annullato a causa del Covid.

Chi saranno i suoi (potenziali) compagni di squadra a Pechino?

A 20 anni (ne compirà 21 il giorno dopo lo Skate America), anche lo statunitense Vincent Zhou è in lizza per diventare un grande nome del pattinaggio. Il Campione del mondo Junior 2017 aveva solo 17 anni quando è arrivato sesto a PyeongChang 2018, dove è diventato il primo pattinatore a portare un quadruplo Lutz alle Olimpiadi.

Anche il pattinatore russo Mikhail Kolyada farà sicuramente la sua parte, così come il canadese Keegan Messing; infine, sarà interessante osservare anche Kevin Aymoz: il francese ha avuto un infortunio quest'estate che non ha fatto cominciare al meglio la sua stagione Olimpica.

Sui / Han e Mishina / Galliamov, le coppie da battere

I cinesi Wenjing Sui e Cong Han si preparano per diventare gli eroi di casa nella gara a coppie, evento in cui la Cina ha una ricca tradizione. Tra l’altro, quello delle coppie sarà l’ultimo dei quattro eventi in programma per il pattinaggio, in previsione delle grandi aspettative per la finale del paese ospitante i prossimi Giochi.

La coppia cinese è la numero tre del mondo, medaglia d'argento di PyeongChang 2018, Campione del mondo 2019 e Vicecampione nel 2021, nonostante Han abbia dovuto sottoporsi a un intervento chirurgico all'anca nel 2020.

Tuttavia, i numeri uno del mondo, i russi Anastasia Mishina / Maxim Galliamov, sono anche i Campioni del mondo 2021 e sperano di conquistare il primo posto all'NHK Trophy (12-14 novembre) di Tokyo, e alla Rostelecom Cup (26-28 novembre ) a Sochi, soprattutto dopo aver vinto l'oro al Finlandia Trophy, per le Challenger Series di inizio di ottobre.

Oltreoceano, il pattinatore canadese Eric Radford torna sul ghiaccio con la nuova compagna Vanessa James. Radford aveva vinto il bronzo a PyeongChang 2018 con Megan Duhamel, che si è ritirata. Anche l'ex partner di James, Morgan Ciprès, ha detto addio alla carriera agonistica.

I cinesi Peng Cheng e Jin Yang si ritaglieranno sicuramente uno spazio nella corsa Olimpica, così come la nuova coppia statunitense Alexa Knierim e Brandon Frazier. Da non perdere di vista i giapponesi Miura Riku e Kihira Ryuichi, che nelle ultime settimane si sono dimostrati più che pronti a dire la loro nella pista del pattinaggio a coppie.

Danza su ghiaccio: il ritorno delle star francesi

I big francesi di danza su ghiaccio Gabriella Papadakis / Guillaume Cizeron hanno fatto uno spettacolare ritorno sulla scena internazionale, vincendo l'oro al Finlandia Trophy di ottobre, dopo ben 20 mesi senza gareggiare. L’obiettivo è prepararsi per Beijing 2022 mediante una grande stagione di Gran Prix. Medaglia d'argento a PyeongChang 2018, la coppia scenderà in pista a Torino per il Gran Premio d'Italia e sarà sul ghiaccio di casa per gli Internationaux de France, entrambi a novembre.

I russi Victoria Sinitsina / Nikita Katsalapov hanno approfittato dell'assenza dei colleghi francesi per vincere l'oro al Campionato del mondo 2021 di marzo scorso e cercheranno di confermare quanto finora hanno fatto di buono.

Con l'intenzione di portare scompiglio tra i favoriti, il duo statunitense composto da Madison Chock e Evan Bates si vuole insinuare nella corsa a stelle e strisce verso Pechino, nella stessa pista dei connazionali Madison Hubbell e Zachary Donohue. In lizza per fare un’ottima stagione, anche i loro vicini canadesi Piper Gilles / Paul Poirier, che hanno iniziato il 2021 con un primo posto all'Autumn Classic.

Da seguire con attenzione, infine, le performance dei russi Alexandra Stepanova e Ivan Bukin, la coppia di punta dell’Italia, Charlene Guignard e Marco Fabbri e i britannici Lilah Fear e Lewis Gibson.

Calendario di pattinaggio artistico 2021/22

Gran Premio ISU

• 22-24 ottobre: ​​Skate America, Las Vegas (USA)

• 29-31 ottobre: ​​Skate Canada, Vancouver (Canada)

• 5-7 novembre: Gran Premio d'Italia, Torino (Italia)

• 12-14 novembre: NHK Trophy, Tokyo (Giappone)

• 19-21 novembre: Internationaux de France, Grenoble (Francia)

• 26-28 novembre: Rostelecom Cup, Sochi (Russia)

• 9-12 dicembre: Grand Prix Final, Osaka (Giappone)

ISU Challenger Series

• 10-12 settembre: Trofeo Lombardia, Bergamo (Italia)

• 16-18 settembre: Autumn Classic, Pierrefonds (Canada)

• 22-25 settembre: Nebelhorn Trophy, Oberstdorf (Germania)

• 7-10 ottobre: ​​Finlandia Trophy, Espoo (Finlandia)

• 13-17 ottobre: ​​Asian Open Trophy, Pechino (Cina)

• 28-31 ottobre: ​​Denis Ten Memorial Challenge, Nur-Sultan (Kazakistan)

• 11-14 novembre: Austria Cup, Graz (Austria)

• 18-21 novembre: Warsaw Cup, Varsavia (Polonia)

• 8-11 dicembre: Golden Spin di Zagabria, Zagabria (Croazia)

Campionati ISU

• 10-16 gennaio: Campionato europeo, Tallinn (Estonia)

• 18-23 gennaio: Campionato dei quattro continenti, Tallinn (Estonia)

• 21-27 marzo: Campionato del mondo, Montpellier (Francia)

SEGUI LE OLIMPIADI IN MODO UNICO.

Eventi sportivi in diretta gratis. Accesso illimitato alle serie. Novità e momenti salienti in esclusiva dalle Olimpiadi