Nathan Chen è pronto per il programma libero. Il coach: "Sa davvero cosa è in grado di fare"

È stata una giornata impegnativa sulla pista di allenamento, nella giornata tra il programma corto e quello libero, con le stelle del pattinaggio che hanno apportato gli ultimi ritocchi prima di tornare sul ghiaccio giovedì, 10 febbraio.

di Nick McCarvel
Foto di 2022 Getty Images

Da dieci anni al fianco di Nathan Chen, l'allenatore Rafael Arutunian ha detto che la sua carica sta aumentando ora dopo ora, ai Giochi Olimpici Invernali di Beijing 2022.

Quattro anni fa, a PyeongChang 2018, Chen è arrivato 17° in seguito a un disastroso programma corto. Martedì, 8 febbraio, ha stabilito un nuovo record mondiale di punteggio nel segmento, ed è in testa in vista del programma libero di giovedì 10 febbraio.

Arutunian parla di apprendimento continuo da parte di Chen, che ora ha 22 anni.

"Tutto nella vita accade per una ragione", ha detto a Olympics.com mercoledì, 9 febbraio, dopo la sessione di prove libere maschili. "E se prendi la decisione giusta dopo che è successo qualcosa... penso a quello che ha fatto lui."

La "giusta decisione" di Chen ha dato i suoi frutti nel programma corto, con i suoi 113.97 punti con cui è in testa davanti a Kagiyama Yuma, secondo con 108.12, e Uno Shoma, terzo con 105.90.

Il due volte campione Olimpico in carica, Hanyu Yuzuru, ha sbagliato il suo salto iniziale e si trova in ottava posizione.

È stata una giornata impegnativa presso l'impianto di allenamento, a due passi dal Capital Indoor Stadium, dove giovedì gli uomini si sfideranno nel libero. Chen, Kagiyama, Uno e Hanyu sono scesi sul ghiaccio negli ultimi due gruppi.

Hanyu ha fatto vari tentativi di Axel quadruplo; prima dei Giochi aveva dichiarato che questo salto, mai fatto prima d'ora, era il suo obiettivo. Sebbene sia riuscito in due dei tentativi, nessuno dei due salti è stato eseguito in modo pulito e, inoltre, ha fallito molti altri tentativi.

Ha anche realizzato un salto quadruplo, che nel programma libero sarebbe stato un valore aggiunto al contenuto della sua esibizione. È sembrato che Hanyu stesse giocando con diverse opzioni di salto, tutte cose che potrebbero far salire il suo punteggio di partenza, fermo a 95,15.

SCOPRI DI PIU': Chen da record nel corto | Anteprima pattinaggio

Giornata di allenamento: prova generale

Mentre continua la rincorsa al quadruplo Axel, la sessione di prove - in cui ogni pattinatore ha eseguito il rispettivo programma libero - è stata come ci si poteva aspettare: molto seguita, salti spettacolari, volti concentrati e - soprattutto per Hanyu - tanti di obiettivi nel mirino.

Per Chen - non importa se si trova al 17° posto come nel 2018 o al primo - ha detto Arutunian, il game plan è chiaro: "Penso che abbia avuto modo di capire cosa è in grado di fare".

Sebbene il suo obiettivo reale sia l'oro, Chen ha detto che gli sarebbe piaciuto rimanere presente e godersi l'esperienza Olimpica più a lungo di quanto si fosse permesso di fare nel 2018. Lo ha ripetuto anche mercoledì.

"In questo momento mi sto ancora godendo quello che è successo ieri", ha detto all'emittente statunitense NBC. "Ma voglio rimanere concentrato e arrivare lucido a domani."

Arutunian, che in passato ha allenato Michelle Kwan, Ashley Wagner e altri grandi atleti Olimpici, si è detto commosso dalla performance di Chen martedì. Il suo volto si è ricoperto di lacrime, una rarità per il burbero armeno, famoso per la sua faccia da poker.

"Ero lì in piedi e praticamente non mi sono nemmeno mosso", ha detto guardando il programma corto di Chen. "Stavo guardando e mi sono venute le lacrime agli occhi; è stato emozionante. Questo perché è stato un lungo viaggio. Io [da coach] e lui... Penso che siano già più di 10 anni che lavoro con lui. Ed è per questo che penso di essere stato così emotivo".

IL PATTINAGGIO DI FIGURA ARRIVA NELLA TUA CASELLA DI POSTA.

Ricevi notizie, video e highlight dei Giochi olimpici invernali sul pattinaggio di figura e molto altro ancora.