Paralimpiadi Tokyo, giorno 10: il nuoto azzurro si congeda alla grande, in totale regala 39 podi su 65!

Ultima giornata del nuoto ai Giochi e ci pensano Raimondi, Terzi, Boggioni e gli azzurri della 4x100 misti a chiudere in bellezza una partecipazione storica dell'Italia al programma del Tokyo Aquatics Centre. C'è ancora l'atletica, con i due podi di Legnante e Dieng, e arriva la medaglia dalla canoa velocità con Mencarella.

Foto di Buda Mendes

Ndiaga Dieng apre le danze in pista e Assunta Legnante è argento nel getto del peso

Ndiaga Dieng è il primo azzurro a regalare un podio nella pista di atletica alle Paralimpiadi di Tokyo 2020, nella notte fonda italiana del decimo giorno di Giochi. Il giovane marchigiano, classe 1999, conquista la medaglia di bronzo nei 1500 piani maschili, categoria T20, con un crono di 3:57.24 e trova finalmente il podio, alla sua seconda finale giapponese, dopo il quinto posto nei 400. Il mezzofondista azzurro conferma il successo ottenuto al Campionato europeo scorso in cui era arrivato terzo con il crono di 3:57.18. Dieng, prima medaglia per l'Italia di oggi, sale sul podio con Owen Miller (USA), che vince l'oro (3:54.57) e Alexandr Rabotinskii (RPC), argento, col tempo di 3:55.78

Poco dopo il trionfo del maceratese, in pedana Assunta Legnante vince l'argento nel getto del peso categoria F12, la disciplina di cui tiene saldamente record del mondo e Paralimpico. Ancora un alloro per l'atleta napoletana, dopo la splendida esizibione che le è valso il bronzo nel lancio del disco, lo scorso 31 agosto.

Legnante ha conseguito la misura di 14.62 al quinto tentativo, unica in gara a non lanciare sotto i 14 metri, ma ha trovato Safiya Burkanova in gran spolvero. L'uzbeka ha tirato fuori dal cilindro, appena al secondo tentativo, il 14.78 che è bastato a portarsi a casa la medaglia d'oro. Dietro l'azzurra, il bronzo della venezuelana Rebeca Valenzuela Álvarez è già in zona 13 metri (13.72), a conferma che la veterana azzurra, a 43 anni , è ancora nell'Olimpo della disciplina.

Ndiaga Dieng
Foto di Buda Mendes

Mancarella aggiunge il kayak alle gioie azzurre e firma la medaglia n.61

Federico Mancarella è il primo azzurro a salire su un podio al Sea Forest Waterway di Tokyo 2020 e lo fa nella KL2 200 metri maschile della canoa velocità, con un tempo di 42.574. Il 28enne bolognese conquista il bronzo ad appena 71 millesimi dall'ucraino Mykola Syniuk, che si prenderà l'argento, in una finale A accesissima in cui fa gara a parte solo l'australiano Curtis McGrath, che infatti si mette al collo la medaglia d'oro, con l'ottimo 41.426.

Italia stratosferica nella vasca di Tokyo 2020: chiude col botto e 4 podi l'ultima giornata del nuoto Paralimpico

Nella finale dei 200 misti SM10 va in scena l'ennesimo scontro tra i titani della categoria 10, che nei giorni scorsi hanno reso la vasca del Tokyo Aquatics Centre teatro di medaglie e record: Maksym Krypak, 7 finali e altrettante medaglie di cui 5 d'oro - con quella di oggi - è il miglior nuotatore Paralimpico di questa edizione. Stefano Raimondi ha disputato 9 finali, conquistato anche lui 7 medaglie: un oro, 4 argenti e due bronzi, consacrandosi nell'Olimpo con l'ucraino a cui dà filo da torcere fino all'ultima bracciata. Krypak nuota la finale in 2:05.68, facendo ancora un record, quello Paralimpico, l'azzurro in 2:07.68, mentre l'olandese Bass Takken chiude il podio dei giganti, con 2:11.39.

Nei 50 farfalla femminili S7, c'è Danielle Dorris a siglare oro e record del mondo, nuotando sotto i 33 secondi: 32.99 è il crono incredibile della canadese, che nella mattinata aveva già raschiato di mezzo secondo il primato sia Paralimpico che mondiale, nelle qualificazioni, migliorando complessivamente di un secondo, in un solo giorno, i crono di riferimento. Dietro di lei la battaglia per l'argento è tiratissima fino all'ultimo, tra Giulia Terzi e la statunitense Mallory Weggemann che si mette davanti all'azzurra per un soffio, con 34.30, mentre la nuotatrice bergamasca, con 34.32, si va a prendere il metallo che le mancava, il bronzo. Palmarès incredibile quello di Terzi in questi Giochi, a quota cinque con questo bronzo, con due ori e due argenti, facendo l'en plein di cinque podi su cinque finali.

Nella contesa per il podio dei 200 misti SM5 femminile, lotta intestina tra le azzurre Monica Boggioni e Giulia Ghiretti per acciuffare la medaglia di bronzo, in una gara dominata dalle cinesi Dong Lu e Jiao Cheng, che fanno oro e argento con un tempo quasi "corale", 3:20.53 e 3:20.80, e una ventina di secondi di distacco dal resto delle inseguitrici. Boggioni ha la meglio sul gruppo e si va a prendere il bronzo, il terzo per la pavese in queste Paralimpiadi, mentre Ghiretti, argento nei 100 farfalla SB4, chiude al quarto posto in 3:40.88.

Riccardo Menciotti, Federico Morlacchi, Simone Barlaam e Antonio Fantin sono i portacolori dell'ultima gara in programma del nuoto di Tokyo 2020, la finale della staffeta 4x100 misti maschile.

Menciotti lancia gli azzurri e passa in seconda posizione nella sua frazione, in un testa a testa con la Cina; Raimondi vola con la rana, davanti all'RPC a +56, per cedere il terzo testimone alla farfalla scatenata di Barlaam che, ai 300 metri, va a +1.34 sull'RPC, nuotando sotto il minuto. Ma non è l'unico a fare un crono spettacolare, perchè gli ultimi due frazionisti australiani (Timothy Hodge e Timothy Disken) e Andrei Nikolaev (il quarto per l'RPC), fanno un tempo incredibile dando una zampata all'ordine di arrivo: sarà oro e record del mondo per il Comitato Paralimpico Russo (4:06.59), l'argento andrà all'Australia (4:07.70), mentre agli azzurri la medaglia di bronzo (4:11.20).

Riccardo Menciotti, Stefano Raimondi, Simone Barlaam e Antonio Fantin
Foto di 2021 Getty Images

Medagliere Italia del nuoto Paralimpico a Tokyo 2020

Con questo splendido podio azzurro si chiude la grandissima partecipazione dell'Italia al programma del nuoto Paralimpico di Tokyo 2020, con numeri da capogiro: 39 medaglie in totale (più della metà del medagliere complessivo, ancora provvisorio), per numero di metalli addirittura davanti agli agli Stati Uniti (35) e 5º posto nel medagliere della vasca, con 11 ori, 16 argenti e 12 bronzi.

Ecco la lista dei primati delle nuotatrici e dei nuotatori azzurri:

  • Barlaam Simone, 50 stile libero S924.71 - record Paralimpico
  • Fantin Antonio, 100 stile libero S61:03.71 - record del mondo e Paralimpico
  • Trimi Arjola, 50 stile libero S340.32 - record del mondo e Paralimpico
  • Terzi Giulia, 100 stile libero S71:09.21 - record Paralimpico

Medagliere Italia del 3 settembre, Paralimpiadi di Tokyo 2020

Italia mantiene la 9ª posizione nel medagliere Paralimpico con:

  • 13 ori
  • 27 argenti
  • 25 bronzi

LEGGI ANCHE: Sabatini, Caironi e Contrafatto strepitose, è tripletta azzurra sul podio dei 100 m: oro e record del mondo della giovanissima toscana, 14.11!

*