Karate, Viviana Bottaro storico bronzo nel kata al debutto Olimpico

La karateka azzurra entra nella storia conquistando la prima medaglia del karate,  neo-disciplina Olimpica: 26.48 il punteggio nel Kata che vale uno stupefacente bronzo superando il 25.40 dell'americana Kokumai. Oro alla spagnola Sanchez, argento alla giapponese Shimizu.

Foto di getty images

Tu chiamale se vuoi... emozioni. È una karateka italiana a conquistare la prima medaglia in assoluto della neo-disciplina Olimpica del karate, nel Kata. Nella finale per il bronzo con un punteggio di 26.48 Viviana Bottaro supera nettamente l'americana Sakura Kokumai, che ha fatto registrare 25.40. L'oro va alla leggendaria spagno Sandra Sanchez, capace a 39 anni di battere la giapponese Shimizu.

Eccellente prova per l'atleta genovese delle Fiamme Oro, classe 1987, in crescendo dalle eliminatorie dove ha via via dimostrato grande tecnica e potenza, espressione confermata dal punteggio dei giudici: 25.54 nel primo Kata, 25.60 nel secondo e passaggio al ranking round in seconda posizione. Infine, la finale per il terzo gradino del podio, condotta con una sicurezza impressionante e dominata contro la rivale.

Un risultato storico per l'italiana che porta a casa la prima medaglia Olimpica mai assegnata nel karate, disciplina entrata nel programma delle Olimpiadi proprio a Tokyo 2020.

Per l'italia, dopo il bronzo vinto da Viviani in mattinata, è la quinta medaglia della 13ma giornata di Tokyo 2020, la 35ma della spedizione italiana in terra giapponese. A questo punto l'Italia sogna davvero di battere il record di medaglie Olimpiche, superando le 36 ottenute a Roma 1960.