L'Italia femminile di calcio supera la Svizzera e passa in testa al girone: si avvicina la qualificazione per il Mondiale 2023

Le azzurre della c.t. Milena Bertolini hanno battuto per 0-1 la Svizzera, in una partita cruciale in chiave qualificazione diretta alla Coppa del mondo FIFA 2023.

di Gisella Fava
Foto di 2022 Getty Images

La rete che ha risolto l'incontro - disputato nel pomeriggio di ieri a Thun, in Svizzera, tra le padrone di casa e la nazionale italiana - è arrivata solo all'82'. Dal tocco magico di una punizione di Cristiana Girelli si è sprigionata la gioia delle azzurre, che hanno portato a casa tre punti fondamentali per ipotecare la partecipazione ai prossimi Mondiali di Australia e Nuova Zelanda, del 2023.

La partita, valida per le qualificazioni UEFA, vedeva arrivare le leader elvetiche del Gruppo G (Italia, Svizzera, Romania, Croazia, Lituania, Moldavia) a un solo punto di distacco (19) proprio dalla squadra capitanata da Sara Gama, una situazione che ha reso il match uno scontro diretto per la testa della classifica. E di fatto, la Svizzera ha dato l'idea di aver impostato la partita in sicurezza, cercando di ridurre al minimo i pericoli del tridente italiano Bonansea-Girelli-Cernoia. Primo tempo con poche occasioni da entrambe le parti e reti a zero, a conferma di un incontro molto equilibrato.

Il gol è arrivato in una seconda parte in cui difficilmente le elvetiche sono riuscite a superare la propria metà campo, messe a giro dall'Italia che ha sfiorato più volte il gol (17 tiri in totale di cui 5 in porta) con Cernoia, Bonansea, e la stessa Girelli che spreca due occasioni nitidissime poco prima del capolavoro della punizione al limite dell'area. La pichichi delle azzurre in questa fase a gironi, 7 gol complessivi, era a secco di reti dalla partita di novembre scorso con la Romania, dove è stata autrice di una storica tripletta. Digiuno interrotto nel momento opportuno e con prova di grande responsabilità.

LEGGI ANCHE: Gli highlights dal mondo degli sport Olimpici dell'8-10 aprile: vela, ciclismo, curling e calcio.

Quando mancano 2 partite alla fine della fase a gironi, l'Italia si trova così in testa alla classifica e può guardare alle partite del 2 e 6 settembre prossimo, contro - rispettivamente - Moldavia e Romania, con la serenità di dipendere completamente dai propri risultati.

Classifica Gruppo G qualificazioni mondiale di calcio femminile UEFA

  1. ITALIA 21 pti
  2. SVIZZERA 19
  3. ROMANIA 13
  4. CROAZIA 7
  5. LITUANIA 4
  6. MOLDAVIA 0

Format qualificazioni Coppa del Mondo femminile 2023 Australia e Nuova Zelanda

La prima classificata di ciascuno dei 9 gruppi si qualifica direttamente alla fase finale del mondiale, mentre la seconda accede agli spareggi, che si disputeranno il prossimo ottobre, in questo modo: le tre migliori seconde passano direttamente al secondo turno, mentre le rimanenti sei seconde giocheranno un primo turno di tre spareggi in gara secca.

A questo punto si passerà al sorteggio per determinare gli incontri (in gara singola) tra le tre vincenti del primo turno dei playoff e le tre migliori seconde qualificate direttamente al secondo turno.

Le due vincitrici dei playoff con il ranking più alto (in base ai risultati nella fase di qualificazione a gironi e al secondo turno di spareggio) passano alla fase finale, mentre la terza vincitrice dovrà vedersela agli spareggi interconfederali.

Maggiori dettagli su formato e regolamento QUI.

GettyImages-1390351928
Foto di 2022 Getty Images

Le prossime date da segnare sul calendario

  • Fase di qualificazione a gironi: 29 agosto–6 settembre 2022
  • Spareggi UEFA: 3–11 ottobre 2022
  • Spareggi interconfederali : Torneo a 10 squadre dal 17 al 23 febbraio 2023 in Australia e Nuova Zelanda per determinare le ultime tre partecipanti alla fase finale.

LEGGI ANCHE: Amstel Gold Race, Parigi-Roubaix, Freccia Vallone, Liegi-Bastogne-Liegi: tutto quello che c'è da sapere sulle prossime grandi classiche del ciclismo.

SEGUI LE OLIMPIADI IN MODO UNICO.

Eventi sportivi in diretta gratis. Accesso illimitato alle serie. Novità e momenti salienti in esclusiva dalle Olimpiadi