Il resoconto della ginnastica ritmica ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020

Linoy Ashram è diventata la prima donna israeliana a vincere un oro Olimpico

Foto di 2021 Getty Images

Gli eventi di ginnastica ritmica a Tokyo 2020 sono stati pieni di emozioni con l'israeliana Linoy Ashram che ha sconfitto la favorita nel concorso individuale, Dina Averina, tre volte campionessa del mondo. Ecco il riepilogo di tutta la competizione.

I cinque migliori momenti della ginnastica artistica a Tokyo 2020

  1. L'israeliana Linoy Ashram ha fatto la storia nella finale di ginnastica ritmica individuale in cui è diventata la prima donna israeliana a conquistare l'oro ai Giochi Olimpici. La sua medaglia è arrivata con enorme sorpresa, dopo aver battuto la tre volte Campionessa del mondo in carica Dina Averina (ROC), in una finale che si è decisa all'ultima routine. “Non so cosa provo. Non ho parole, sono così emozionata. È storia", ha detto Ashram a Olympics.com.
  2. Dina Averina non si è mai arresa e sebbene Ashram fosse in testa dal primo esercizio, la ginnasta della ROC non si è mai tirata indietro. Averina ha gareggiato per ultima in ogni rotazione in base al sorteggio e generando tanta attesa per vedere se il suo finale di routine con il nastro sarebbe stato sufficiente per farle vincere l'oro. Non ci è arrivata per poco, ma ha comunque realizzato un punteggio sufficiente per vincere la sua prima medaglia d'argento alle Olimpiadi.
  3. La ginnasta di maggior successo della Georgia, Salome Pazhava, ha partecipato alla sua seconda Olimpiade. Quarta ai Campionati del Mondo 2015 di Stoccarda, l'elegante 23enne ha mostrato una determinazione senza limiti superando numerosi infortuni dopo il suo successo di sei anni fa. Ha concluso 17° a Tokyo 2020.
  4. Nella competizione a squadre, la Bulgaria ha battuto la ROC e ha vinto l'oro. È la prima volta che la Bulgaria vince l'oro nella ginnastica ritmica. È il miglior piazzamento della nazione da quando ha conquistato l'argento nella gara inaugurale della competizione a squadre ad Atlanta 1996. Per la ROC, è stata la prima sconfitta nella competizione a squadre dalle Olimpiadi del 1996.
  5. Un bronzo emozionante per la squadra italiana, che ritorna sul podio per la prima volta da Londra 2012 quando, anche in quell’occasione, aveva conquistato il bronzo. È la terza medaglia per l'Italia nella ginnastica ritmica alle Olimpiadi; l'altra è l'argento alle Olimpiadi di Atene 2004.

Uno sguardo speciale a Laura Zeng

Anche se non ha raggiunto la finale, Laura Zeng (USA) merita una menzione a parte. La sua incredibile carriera è stata piena di traguardi storici, incluso il miglior piazzamento per il suo paese ai Campionati del Mondo del 2017, con il sesto piazzamento. Il bronzo di Zeng ai Giochi Olimpici della Gioventù 2014 rimane l'unica medaglia per gli Stati Uniti in una competizione Olimpica per questo sport.

Arrivederci, Parigi 2024

La medaglia di bronzo Alina Harnasko della Bielorussia è un talento da tenere d'occhio. Dopo il 13° e il 26° posto ai Campionati del mondo, rispettivamente nel 2017 e nel 2019, la diciannovenne è salita sul podio a Tokyo 2020, attirando l’attenzione in vista dei Giochi di Parigi.

Quando e dove vedere i replay di ginnastica ritmica su Olympics.com?

Vuoi rivivere la magia della competizione di ginnastica ritmica a Tokyo 2020? Ecco qua: olympics.com/tokyo2020-replays

GettyImages-1332949205
Foto di 2021 Getty Images

Quando ritornerà a competere Linoy Ashram?

La prima medaglia d'oro Olimpica israeliana nella ginnastica ritmica, Linoy Ashram, non ha ancora chiarito del tutto i suoi progetti futuri, ma forse la vedremo ai Campionati del Mondo in programma per la fine di ottobre a Kitakyushu, in Giappone.

I Vincitori delle medaglie nella ginnastica ritmica a Tokyo 2020

Individuale:

ORO: Linoy Ashram (ISR)
ARGENTO: Dina Averina (ROC)
BRONZO: Alina Harnasko (BLR)

A squadre:

ORO: BUL
ARGENTO: ROC
BRONZO: ITA