Hockey su ghiaccio Olimpico a Beijing 2022: cinque cose da sapere

I favoriti per le medaglie, gli atleti da tenere d’occhio, il format della competizione e molto altro ancora!

di Will Imbo

L'hockey su ghiaccio ha fatto il suo debutto Olimpico alle Olimpiadi Estive del 1920 ad Anversa, ma è stato definitivamente incluso nel programma Olimpico Invernale nel 1924, e ha caratterizzato ogni edizione dei Giochi Invernali da allora.

Nonostante ci siano solo due eventi nella competizione di hockey su ghiaccio a Pechino, ma rimane uno degli sport più popolari alle Olimpiadi Invernali.

Dai un'occhiata alla nostra anteprima per l'hockey su ghiaccio a Beijing 2022, compresa la storia dello sport, gli atleti da tenere d'occhio, le informazioni sulla sede della competizione e altro ancora!

I migliori giocatori di hockey su ghiaccio Olimpico a Beijing 2022

Con il probabile ritorno delle superstar NHL nell’hockey Olimpico, i fan di questo sport saranno eccitati in vista di Beijing 2022. Il Canada, vincitore di nove medaglie d'oro, è nettamente favorito per la vittoria sia in campo maschile che femminile.

Il due volte oro Olimpico Invernale e tre volte campione nella Stanley Cup Sidney Crosby (CAN) e il capitano degli Edmonton Oilers Connor McDavid (CAN) saranno probabilmente i leader di una squadra canadese ricca di stelle e in cerca di riscatto dopo aver terminato sorprendentemente terza a PyeongChang.

Tuttavia, dovranno vedersela con gli arcirivali degli Stati Uniti nella loro caccia dell'oro Olimpico a Pechino (Canada e USA sono stati inseriti insieme nel gruppo A). Gli Stati Uniti possono contare su un pool di giocatori di talento essi stessi, tra cui l’ala destra dei Chicago Blackhawks e medaglia d'argento Olimpica 2014 Patrick Kane e il centrale dei Toronto Maple Leafs Auston Matthews.

I campioni di PyeongChang 2018, gli atleti Olimpici della Russia (ora in gara con l'acronimo ROC per via delle sanzioni dovute agli scandali doping) sarano guidati dal capitano dei Washington Capitals Alexander Ovechkin.

Ma attenzione alla Germania, medaglia d'argento a PyeongChang, guidata con il centrale degli Edmonton Oilers Leon Draisaitl a guidare il gioco.

Salvo sconvolgimenti, il torneo femminile si risolverà nell'incontro per la medaglia d'oro tra Canada e Stati Uniti. È un pronostico abbastanza sicuro, dato che da quando l'hockey su ghiaccio femminile è stato aggiunto al programma delle Olimpiadi Invernali nel 1998, tutte le finali, tranne una, sono state disputate tra queste due nazioni ai Giochi (a Torino 2006, quando il Canada ha battuto la Svezia 4-1).

Il Canada conduce la classifica Olimpica Invernale di tutti i tempi 3-2, ma la squadra degli Stati Uniti, con le medaglie d'oro 2018 Hilary Knight, Brianna Decker e Kendall Coyne Schofield, probabilmente presenti a Pechino, è campione Olimpica in carica.

Ciononostante, il Canada vanta una notevole potenza di fuoco, con la tre volte medaglia Olimpica Marie-Philip Poulin, la medaglia d'argento 2018 Sarah Nurse e la due volte medaglia Olimpica Jocelyne Larocque, stelle luminose della squadra.

Programma dell’hockey su ghiaccio Olimpico a Beijing 2022

La competizione di hockey su ghiaccio si svolgerà dal 3 febbraio al 20 febbraio 2022.

Sede dell’hockey su ghiaccio Olimpico a Beijing 2022

L'hockey su ghiaccio si svolgerà al Centro Sportivo Wukesong. Progettato e costruito per i Giochi di Beijing 2008 (dove ha ospitato la competizione di basket), il centro polifunzionale è stato dotato nel 2016 di un campo di hockey smontabile che può essere riconvertito in campo da basket in meno di sei ore.

Lo stadio ha una capacità di 18.000 persone.

Format del torneo di hockey su ghiaccio Olimpico a Beijing 2022

La competizione di hockey su ghiaccio alle Olimpiadi invernali prevede due eventi:

Torneo maschile

Il torneo maschile è composto da 12 squadre divise in tre gruppi:

Gruppo A: Canada, USA, Germania, Cina

Gruppo B: ROC, Repubblica Ceca, Svizzera, qualificata 3

Gruppo C: Finlandia, Svezia, qualificata 1, qualificata 2

La qualificazione per il torneo maschile è stata determinata dalla classifica mondiale IIHF dopo i Campionati mondiali di hockey su ghiaccio maschile del 2019. Le qualificate 1, 2 e 3 saranno i vincitori dei tornei di qualificazione finale che iniziano il 26 agosto 2021.

Le migliori quattro di una classifica generale a 12 squadre – i vincitori dei gironi e la seconda classificata con il miglior record – andranno ai quarti di finale (dove la competizione passerà alla fase a eliminazione diretta), mentre le altre squadre giocheranno uno spareggio di qualificazione.

Torneo femminile

Il torneo femminile sarà caratterizzato da 10 squadre divise in due gruppi.

Gruppo A: USA, Canada, Finlandia, ROC, Svizzera

Gruppo B: Giappone, Cina, qualificata 1, qualificata 2, qualificata 3

La qualificazione per il torneo femminile è stata determinata selezionando le prime sei nazioni classificate in base alla stima dei punti in classifica dei tornei non giocati nel 2020 (a causa della cancellazione dei Campionati del mondo di hockey su ghiaccio femminile del 2020). Le qualificate uno, due e tre saranno i vincitori dei tornei di qualificazione finale.

Le cinque squadre del gruppo A e le tre migliori squadre del gruppo B accederanno ai quarti di finale, dove la competizione passerà alla fase a eliminazione diretta.

Storia dell'hockey su ghiaccio Olimpico

L'hockey su ghiaccio è nato in Canada all'inizio del XIX° secolo, sulla base di alcuni giochi con mazza e palla giocati in Europa. La parola "hockey" deriva dal francese antico "hocquet", che significa "bastone".

Il primo torneo Olimpico di hockey su ghiaccio ebbe luogo alle Olimpiadi Estive del 1920 ad Anversa, in Belgio, con una competizione maschile. All'epoca, l'hockey su ghiaccio internazionale organizzato era ancora relativamente nuovo – a tal punto che la Federazione Internazionale di Hockey su Ghiaccio considera il torneo del 1920 come il primo Campionato del mondo di hockey su ghiaccio.

Questo sport è stato accolto nel programma delle Olimpiadi Invernali dopo i Giochi del 1920, e ha fatto parte dei Giochi Invernali inaugurali di Chamonix, in Francia, nel 1924.

Il Canada ha dominato l'hockey su ghiaccio alle Olimpiadi Invernali, vincendo 22 medaglie – con 13 ori. Il Canada ha vinto l'oro in sei dei primi sette Giochi Invernali, ma il loro dominio è terminato ai Giochi del 1956 a Cortina con la sconfitta contro l'Unione Sovietica, che ha poi vinto il torneo maschile in sette delle successive nove Olimpiadi. L'Unione Sovietica fu invece sconfitta nella partita valida per la medaglia d'oro dagli Stati Uniti, ai Giochi di Lake Placid del 1980 – un momento che è passato alla storia Olimpica e sportiva come "Il miracolo sul ghiaccio".

Il torneo femminile è stato aggiunto al programma delle Olimpiadi Invernali nel 1998 ai Giochi di Nagano, e da allora l'evento è stato dominato dal Canada, che ha vincto quattro ori su sei a disposizione. Lo sfidante più acccreditato sono stati gli Stati Uniti, capaci di vincere la competizione due volte (battendo il Canada in finale entrambe le volte).

Le canadesi Hayley Wickenheiser e Jayna Hefford sono le uniche due atlete ad aver vinto cinque medaglie – quattro ori e un argento – nell'hockey su ghiaccio alle Olimpiadi Invernali. Vladislav Tretiak (ROC) è il giocatore di hockey maschile di maggior successo nella storia dei Giochi Invernali, avendo vinto tre ori e un argento.