Anteprima pattinaggio di figura: cinque atlete che potrebbero mettere in discussione il dominio del ROC con Kamila Valieva, Anna Scherbakova e Alexandra Trusova

Sakamoto Kaori è una delle poche veterane Olimpiche della disciplina a livello femminile. Lei e altre pattinatrici sfideranno il terzetto di favorite del ROC. Ecco le cose da guardare dell'evento.

di Nick McCarvel
Foto di 2022 Getty Images

Se, da un lato, è un terzetto di pattinatrici del ROC a essere nettamente favorito nel pattinaggio di figura femminile individuale a Beijing 2022, c'è un manipolo di avversarie pronte a sfidarle allo Stadio indoor della Capital, sede dell'evento che ha preso il via martedì notte (15 febbraio).

La detentrice del record mondiale Kamila Valieva, la campionessa del mondo in carica Anna Shcherbakova e il bronzo mondiale Alexandra Trusova sono le principali candidate al podio in quanto uniche atlete donne in grado di esibirsi in salti quadrupli, ma il pattinaggio di figura olimpico è stato caratterizzato da numerose sorprese nella sua lunga storia.

I risultati di Valieva che, secondo una decisione del CAS, continuerà a partecipare ai Giochi Olimpici Invernali di Beijing 2022, sono provvisori poiché ci sono procedimenti in corso per quanto riguarda i risultati di un test antidoping dell'atleta.

La giapponese Sakamoto Kaori è una delle poche pattinatrici due volte protagoniste ai Giochi Olimpici ed è anche due volte campionessa nazionale. A PyeongChang 2018 si era piazzata al sesto posto e ai Campionati del Mondo 2019 si era classificata quinta.

La 21enne Sakamoto guida il gruppo delle sfidanti, ma gli appassionati dovrebbero anche tenere d'occhio:

Sakamoto e Higuchi guidano la carica delle sfidanti

Medaglia di bronzo mondiale juniores nel 2017, Sakamoto ha avuto una carriera costante nel circuito internazionale senior grazie al suo stile pulito e coinvolgente e alla sua affidabilità nei salti. Pur non eseguendo né il triplo Axel né un salto quadruplo, è stata due volte campionessa nazionale in Giappone e ha vinto l'NHK Trophy Grand Prix in questa stagione.

Sakamoto, 21 anni, è solita rendere al massimo quando più conta e ha già contribuito all approdo del Giappone sul podio in apertura dei Giochi di Beijing.

Higuchi, insieme a You e Liu, è una delle sette atlete ad eseguire il triplo Axel in campo femminile. Come Sakamoto, ha un curriculum consolidato nel circuito internazionale ed è stata cinque volte medaglia ai nazionali giapponesi.

Avendo preso parte al programma corto nell'evento a squadre, ora si sente pronta per l'evento individuale: "È la mia prima Olimpiade e volevo fare il meglio per la mia squadra", ha detto dopo l'evento a squadre. "Ero molto nervosa, ma penso di aver mostrato tutta la mia forza - sarà un buon modo per me di prepararmi per l'evento individuale".

La coreana You è un'altra delle atlete in lizza ad eseguire il triplo Axel e anche se lo stop del 2020 legato alla pandemia ha arrestato la sua ascesa a livello senior, ha vinto il titolo nazionale in Corea del Sud, fondamentale per ottnere la qualificazione olimpica essendosi piazzata al terzo posto in entrambi i suoi eventi Grand Prix in questa stagione.

You può inoltre contare sull'esperienza legata alla conquista del titolo ai Giochi Olimpici Giovanili.

"Penso che sia stata una buona occasione per provare il feeling olimpico", ha detto riferendosi ai GOG. "[La sensazione che hai] è proprio come quella dei Giochi Olimpici. È una sensazione completamente diversa dal Grand Prix [di pattinaggio di figura]. Penso che sia davvero una grande esperienza nella vita di ogni pattinatrice".

Anche Liu e Hendrickx puntano a stupire

Bisogna poi tenere d'occhio le tre atlete statunitensi, dal momento che Liu, Karen Chen e Mariah Bell sono state tutte campionesse americane. Quest'anno il titolo è andato a Bell, che punta a confermare la sua ascesa da quando ha al suo fianco Adam Rippon come allenatore, mentre Chen ha preso parte all'evento Olimpico a squadre e vanta due quarti posti mondiali, compreso quello del 2021.

È Liu che vanta il tasso tecnico più alto, esibendosi nel triplo Axel con regolarità sia nel programma libero che nel programma corto. Essendo alla sua stagione d'esordio a livello senior, una buona esibizione nel programma corto potrebbe farla entrare nel novero delle atlete migliori, soprattutto se eseguirà il triplo Axel.

Infine, bisogna considerare la due volte Olimpionica Hendrickx, che a 22 anni è già cinque volte campionessa belga ed è allenata da suo fratello, il pattinatore olimpico Jorik Hendrickx.

Il quinto posto di Loena ai Mondiali del 2021 è stato il suo miglior piazzamento in assoluto e nel novembre 2021 è diventata la prima pattinatrice belga ad andare a medaglia nel Grand Prix femminile. Il suo quarto posto agli Europei, dietro alle tre stelle del ROC, è maturato grazie a un piano preciso: un programma corto molto concreto che le ha permesso di giocarsela - ma se fosse riuscita a rendere al meglio anche nel libero avrebbe impensierito ognuna delle atlete che l'hanno preceduta.

Singolo femminile: programma e cosa guardare

Il pattinaggio torna nel programma serale con l'evento femminile. Il programma corto e il programma libero si svolgeranno rispettivamente martedì e giovedì al Capital Indoor Stadium.

Ecco il programma olimpico completo del pattinaggio di figura.

Martedì 15 febbraio - 18.00 (ora locale di Beijing) - Singolo femminile - Programma corto

Giovedì 17 febbraio - 18.00 (ora locale di Beijing) - Singolo femminile - Programma libero

Come seguirli? Ovunque tu sia, puoi guardare le Olimpiadi in diretta. Ecco come seguire tutta l'azione.

IL PATTINAGGIO DI FIGURA ARRIVA NELLA TUA CASELLA DI POSTA.

Ricevi notizie, video e highlight dei Giochi olimpici invernali sul pattinaggio di figura e molto altro ancora.