Dominik Paris: "Vincerà quello con più coraggio e fortuna"

Dopo le prime prove ufficiali, ecco le prime sensazioni del forte velocista italiano, tra i favoriti della discesa libera del 6 febbraio, primo evento dello sci alpino a Beijing 2022. Già a suo agio il due volte argento Olimpico Christof Innerhofer, terzo nella prima prova cronometrata sul tracciato di Yanqing: "Pista adatta alle mie caratteristiche". 

di Michele Weiss
Foto di 2022 Getty Images

Prima giornata di prove ufficiali per il leader azzurro Dominik Paris, in vista della discesa libera maschile che domenica 6 febbraio assegnerà le prime medaglie dello sci alpino a Beijing 2022. Il 32enne velocista altoatesino non ha voluto forzare e si è limitato a studiare il tracciato, ancora inedito per tutti gli atleti.

Anche gli altri nomi quotati per il podio si sono nascosti, limitandosi a studiare il tracciato. Chi è andato subito forte è il veterano dei velocisti azzurri, Christof Innerhofer, terzo dopo la prova (con un salto di porta) caratterizzata da neve aggressiva e vento.

Domani, 4 febbraio, andrà in scena la seconda prova, alle ore 11 locali (le 4 AM italiane).

Ecco le dichiarazioni dei due italiani dopo la prima prova cronometrata.

Dominik Paris: “Non è un tracciato facilissimo perché ci sono tante porte nascoste, sicuramente devo migliorare in certi tratti della pista. Mi aspettavo un pendio diverso, la sensazione è di andare veloce, ma alla fine le onde non aiutano a fare salti molto lunghi. Sicuramente c’è da trovare il feeling giusto per tagliare le linee, guadagnare tempo e prendere velocità. Il vento sarò senz’altro un fattore, qui vincerà chi avrà tanto pelo perché è una neve aggressiva. Aspettiamo di capire quanto si lucida e poi bisognerà avere fortuna”.

Christof Innerhofer: “È una pista che mi piace, bisogna sempre essere in movimento e spingere una curva dopo l’altra, sono pochi i punti scorrevoli, mi sono trovato bene. Non ho pensato a quello che voglio fare, bensì a quello che ho sbagliato in passato, soprattutto nell’ultima Olimpiade, il mio obiettivo è fare meglio. Il vento qui c’è sempre, bisogna avere fortuna, prendere magari la folata giusta ma più di tanto non ci possiamo fare molto, se non trovare le linee giuste e sciare veloce. Non c’è un vero punto dove fare la differenza, ma andare al massimo delle proprie possibilità”.

AMI LO SCI ALPINO? RESTA AL PASSO.

Ricevi notizie, video e highlight dei Giochi olimpici invernali sullo sci alpino e molto altro ancora.