Discipline a confronto, trova le differenze: short track e pattinaggio di velocità

Ci sono discipline invernali che, a prima vista, sembrano simili ma in realtà hanno caratteristiche uniche. Come il pattinaggio di figura: quali sono le differenze tra il pattinaggio artistico e la danza su ghiaccio? E in che modo il big air differisce dallo slopestyle, nello snowboard? No panic: ecco la serie di Olympics.com con cui imparerete ad apprezzare anche le sfumature più sottili tra le varie discipline invernali, con gli aspetti cruciali degli sport da tenere a mente in vista dei prossimi Giochi di Beijing 2022.

di Guillaume Depasse
Foto di 2018 Getty Images

Sicuramente ti sarà capitato di accendere la TV durante le Olimpiadi e pensare che quei pattinatori che corrono sul ghiaccio stiano gareggiando per l'unico evento del pattinaggio sulla pista ovale. In realtà non è proprio così. Vi sono ben due diverse discipline Olimpiche di velocità che si svolgono su una pista di pattinaggio: lo short track e il pattinaggio di velocità. Ecco una piccola guida con le caratteristiche essenziali grazie alle quali il pattinaggio di velocità non avrà più alcun segreto.

Pattinaggio di velocità e short track: in cosa differiscono?

Nel pattinaggio di velocità, gli atleti e le atlete corrono contro il tempo, in un formato a cronometro. Non ci sono batterie, nè semifinali o finali, ma solo un singolo round in cui i concorrenti cercano di stabilire il miglior tempo. Si gareggia per coppie, ma non importa chi arriva primo tra i due: l'unica cosa che conta sono i tempi effettuati. Una volta che tutti i pattinatori hanno completato la loro corsa, chi detiene il tempo più veloce viene dichiarato vincitore. Stesse regole per le competizioni femminili, dove vi sono variazioni soltanto nelle distanze ( 3.000 metri per le donne invece che i 5.000 maschili, mentre la massima distanza per le donne è 5.000 metri, a differenza dei 10.000 degli uomini).

Nello short track, invece, si compete l’uno contro l’altro in una serie di round. In questo caso l’ordine d’arrivo conta, poiché gli atleti e le atlete più veloci passano ai round successivi.

Il casco è obbligatorio nelle gare di short track poiché il rischio di caduta è molto più elevato rispetto al pattinaggio di velocità. La strategia è fondamentale, in particolare nelle gare di short track più lunghe: se da un lato optare per la testa della corsa rappresenta una strategia più aggressiva, dall'altro evita i pericoli della mischia; viceversa, rimanere indietro distacca dai leader della gara ma fa risparmiare energia e può far approfittare degli errori degli avversari.

Tuttavia, esiste un evento del pattinaggio di velocità in cui nell'ovale gareggiano più di due atleti contemporaneamente, ed è una delle competizioni più attraenti, caotiche e impegnative del programma Olimpico invernale: la mass start.

Introdotta per la prima volta - per uomini e donne - a PyeongChang 2018, la mass start prevede 12 atleti competere in ogni semifinale, per arrivare a 16 finalisti. 16 giri da completare, con i primi tre pattinatori e pattinatrici che vanno a punti al quarto, ottavo e dodicesimo giro (cinque punti per il primo, tre punti per il secondo e un punto per il terzo). Vengono assegnati punti anche all'arrivo (60 al primo, 40 per il secondo e 20 al terzo). Saranno, infine, dichiarati vincitore, secondo e terzo classificato, chi avrà totalizzato più punti, sommando quelli assegnati al traguardo con quelli conquistati negli sprint intermedi.

Short track e pattinaggio di velocità a Beijing 2022: distanze, regole e differenze di formato

Pattinaggio di velocità

A Beijing 2022, il pattinaggio di velocità vedrà un totale di 14 eventi, 7 per gli uomini e altrettanti per le donne.

  • Maschile: 500 m, 1000 m, 1500 m, 5000 m, 10.000 m, partenza in linea e inseguimento a squadre
  • Femminile: 500 m, 1000 m, 1500 m, 3000 m, 5000 m, partenza in linea e inseguimento a squadre

Sono 112 i posti in totale disponibili per gli atleti e le atlete per qualificarsi alle competizioni di pattinaggio di velocità ai Giochi Invernali.

Short Track

Il programma dello short track presenterà un totale di 9 eventi alle Olimpiadi Invernali di Beijing 2022: 4 per gli uomini, 4 per le donne e un evento misto a squadre.

  • Maschile: staffetta a squadre, 500 m, 1000 m, 1500 m, 5000 m
  • Femminile: staffetta a squadre, 500m, 1000m, 1500m, 3000m
  • Staffetta a squadre mista: 2000m

I primi due classificati (tanto nell'individuale come per le squadre) di ogni batteria avanzano al turno successivo, che culminerà nella "Finale A", dove i pattinatori si sfideranno per le medaglie.

Pattinaggio di velocità e short track: pista, attrezzatura e altre differenze

La pista

Come suggerisce il nome della disciplina, le gare di short track si svolgono su una pista più corta rispetto al pattinaggio di velocità. La pista dello short track misura 111,12 metri, mentre quella del pattinaggio di velocità è lunga 400 metri, esattamente le stesse dimensioni di una pista di atletica Olimpica.

Attrezzatura e caratteristiche degli atleti

La presenza di curve strette e il rapporto tra velocità e distanza nello short track rendono necessario l'uso di una calzatura più rigida per aiutare gli atleti e le atlete nel controllo della traiettoria. Per questo motivo, i materiali sono meno flessibili di quelli utilizzati nel pattinaggio di velocità. Anche le lame dei pattini sono diverse: più piccole, con una lunghezza che varia dai 30 a 45 cm per lo short track, e tra i 40 a i 55 cm per il pattinaggio di velocità.

Poiché il pattinaggio di velocità presenta rettilinei più lunghi e curve più ampie, i pattini degli atleti sono più flessibili. Sono inoltre dotati di un sistema particolare, detto “clap”, con un meccanismo a cerniera sul tallone, che consente alla lama di mantenere il contatto con il ghiaccio quando la gamba viene sollevata, dando l'impressione che gli atleti saltino mentre pattinano (da cui il nome di "clap skates").

A causa del tipo di curve dello short track, è più facile vedere gareggiare atleti e atlete con un baricentro basso, mentre nel pattinaggio di velocità è più comune vedere corpi più alti.

Viktor Ahn, che ha vinto otto medaglie (di cui sei d'oro) nello short track per la Corea del Sud e la Russia, è alto 1,64 m, mentre l'atleta cinese Wang Meng misura 1,67 m. Se invece guardiamo al pattinaggio di velocità, l'olandese Sven Kramer - quattro volte campione Olimpico - è alto 1,85 m, mentre la sua connazionale Ireen Wüst - cinque volte Olimpionica - è alta 1,68 m.

Scopri di più sul pattinaggio di velocità e sullo short track a Beijing 2022

Pattinaggio di velocità alle Olimpiadi di Beijing 2022: cinque cose da sapere

Short track Olimpico a Beijing 2022: cinque cose da sapere