Curling azzurro a capofitto nel preolimpico: dentro o fuori decisivo per la corsa a Beijing 2022

Con l’Europeo di Lillehammer agli archivi, le nazionali italiane hanno giá gli obiettivi rivolti al torneo di Leeuwarden del prossimo 5-18 dicembre, che staccherà gli ultimi pass - tre maschili, tre femminili, e due per il doppio misto - per la partecipazione ai Giochi Invernali del prossimo 4 febbraio, in Cina. Facciamo il punto sulle squadre italiane e passiamo in rassegna impegni e avversari.

di Gisella Fava

Sabato scorso si è concluso l’Europeo di Curling, disputatosi sul ghiaccio norvegese di Lillehammer. Sia il torneo femminile che quello maschile hanno avuto un epilogo quasi fotocopia, stessa finalissima e conseguente composizione dei primi due gradini del podio, con la Scozia a fare da leader continentale e la Svezia sua vice.

Nel caso della rassegna femminile, il terzo posto è andato alla Germania.

La squadra italiana, allenata da Violetta Caldart si è piazzata sesta nel round robin preliminare. Un segnale di crescita, firmato da Stefania Constantini, Marta Lo Deserto, Angela Romei e Giulia Zardini Lacedelli, che ha permesso l’accesso diretto al Mondiale di Prince George (Canada) 2022.

Lo scenario del preolimpico femminile non è roseo, ma neanche impossibile e la competizione appena trascorsa ha dato prova di passi avanti e margini di miglioramento. Da non sottovalutare che, tra quelle in lizza per il biglietto per Pechino 2022, quella azzurra si può considerare tra le squadre che hanno tutto da guadagnare nella prossima vetrina, dove hanno la possibilità di dimostrare in maniera continuativa la ritrovata competitività.

Più lungo invece il percorso europeo della nazionale maschile, che è tornata in Italia con al collo il bronzo, il terzo della storia nel curling italiano maschile, conquistato dopo una rassegna che Joel Retornaz, Sebastiano Arman, Simone Gonin e Amos Mosaner hanno concluso in crescendo, con l'ottima prestazione in semifinale con la Svezia, futuro argento continentale e la netta superiorità nei confronti della Norvegia.

LEGGI ANCHE: Amos Mosaner: da eroe di Plzen a colonna del curling azzurro.

Preolimpico Femminile: le rivali dell’Italia

Le rivali delle azzurre vedono almeno due nazionali favorite della vigilia: la Scozia, che arriva in Olanda con le marce alte, dopo la conquista del titolo europeo della scorsa settimana, e la Germania, con 14 medaglie continentali alle spalle. La Repubblica Ceca rimane un rivale ostico, mentre in ottimo stato di forma troviamo il contingente giapponese e la Turchia, in crescita. Corea del Sud, Lettonia e ed Estonia dovrebbero essere le partite pù gestibili del torneo. Le azzurre arrivano con il buon piazzamento europeo e possono vantare anche una vittoria sulle campionesse scozzesi (7-8). Non solo: entrare nella storia come prima squadra italiana a qualificarsi per un’Olimpiade porta con sé una motivazione che potrebbe rivelarsi sorprendente.

LEGGI QUI se stai cercando un glossario per orientarti meglio tra i tecnicismi e il gergo tecnico del curling!

Curling Italia femminile - Europeo Lillehammer: Foto WCF

Preolimpico maschile: le rivali dell’Italia

La nazionale maschile atterra al preolimpico con una certezza in più in cascina, il bronzo continentale. Le rivali sulla carta sono tutte potenzialmente alla portata del Team Retornaz, con la più temibile del lotto, la Norvegia, che è stata ampiamente dominata nella finale per il terzo posto di sabato scorso. Danimarca, Repubblica Ceca, Giappone e Germania sono le partite più impegnative, con Olanda e Corea del Sud le meno pericolose per il cammino verso i cinque cerchi di Beijing.

Mixed doubles, la coppia azzurra già qualificata

Constantini e Mosaner hanno giá il loro nome sul biglietto per Pechino, conquistato a maggio scorso ad Aberdeen, in Scozia: prima volta assoluta per l’Italia in questa specialità, che ha debuttato nel 2018 a Pyeongchang. È stata anche la prima volta in cui una squadra italiana è riuscita a guadagnare un pass Olimpico già al Mondiale, senza dover passare dal torneo preolimpico, il che significa anche un impegno in meno per Constantini e Mosaner, che potranno usare a loro vantaggio concentrandosi nella sola competizione a squadre.

Stefania Constantini e Amos Mosaner. Curling - Mondiali, Italia doppio misto, Foto: WCF

Preolimpico di curling - Leeuwarden 2021: come, dove, quando

Terza edizione del preolimpico per il curling, prima volta in cui sono presenti tutte e tre le categorie (misto, femminile e maschile) e prima volta che viene ospitata dall'Olanda. Le edizioni precedenti si sono svolte a Fuessen, in Germania, nel 2013 e a Pilsen, in Repubblica Ceca, nel 2017.

Il torneo si svolgerà a Leeuwarden presso l’Elfstedenhal, iconica location, inaugurata nel 2015, per il pattinaggio di velocità, lo short track e l’hockey su ghiaccio, oltre che per il curling.

Date: 5-18 dicembre 2021

  • 5-9 dicembre: mixed doubles (14 squadre) – due pass
  • 11-18 dicembre: maschile (nove squadre) e femminile (nove squadre) – tre pass per categoria

Formato: round robin

Programma del curling Olimpico a Beijing 2022

La competizione di curling si svolgerà dal 2 febbraio al 20 febbraio 2022.

Sede: 'The Ice Cube', Pechino

Format del torneo di curling Olimpico a Beijing 2022

La competizione di hockey su ghiaccio alle Olimpiadi invernali prevede tre eventi:

  • Curling maschile
  • Curling femminile
  • Doppio misto

Ci saranno 10 squadre partecipanti (con quattro giocatori per squadra in ogni gara) nelle competizioni di doppio maschile, femminile e misto (due atleti per squadra – un maschio e una femmina) a Beijing 2022. Nel turno preliminare, le dieci squadre giocano un torneo “round-robin” in cui le migliori quattro avanzano alle semifinali e agli eventi da medaglia.

SEGUI LE OLIMPIADI IN MODO UNICO.

Eventi sportivi in diretta gratis. Accesso illimitato alle serie. Novità e momenti salienti in esclusiva dalle Olimpiadi