Cosa abbiamo imparato: Riepilogo dello skateboard dai Giochi Olimpici di Tokyo 2020

Lo skateboard ha fatto il suo debutto a Tokyo 2020. Ecco alcuni dei momenti più belli di un'epica serie di eventi.

di Ed Knowles
Foto di 2021 Getty Images

Lo standard dello skateboard a Tokyo 2020 è stato semplicemente altissimo.

Abbiamo avuto la fortuna di assistere ad incredibili momenti di eccellenza: il giapponese Horigome Yuto ha realizzato una nollie 270 noseslide che gli ha permesso di vincere il titolo nello Street maschile a poche miglia da dove ha imparato ad andare con lo skateboard.

Lo skateboard ha anche mostrato il suo spirito comunitario con i vincitori che sono stati festeggiati dagli skater di tutte le altre nazionalità.

Qui sotto, uno sguardo alla settimana dello skateboard alle Olimpiadi, come guardare i replay, chi tenere d’occhio per Parigi 2024 e un elenco completo dei vincitori di medaglie.

I 5 migliori momenti dello skateboard a Tokyo 2020

Numero 1. Horigome Yuto e la stressante finale di Street Maschile a Tokyo 2020

All’inizio non sembrava che i favoriti si sarebbero potuti avvicinare al podio. Sia Nyjah Huston degli Stati Uniti che Horigome Yuto del Giappone, ad un certo punto, erano tra gli ultimi degli otto concorrenti della finale

Con il progredire della competizione, entrambi erano evidentemente sotto pressione. Yuto ha tirato fuori il meglio di sé e, grazie ai migliori trick della competizione, è riuscito ad assicurarsi la medaglia d'oro.

"Non ho mai sentito così tanta pressione addosso come quella che ho sentito rappresentando il mio paese", ha detto Nyjah in seguito.

Nyjah è stato anche veloce nel lodare Yuto e il resto del gruppo nonostante la sua evidente delusione per aver perso un posto sul podio.

Horigome Yuto 
Foto di 2021 Getty Images

Numero 2: Moda: al centro dello Skateboard alle Olimpiadi

Inutile dire che le scelte di moda degli skater olimpici sono state eccellenti. L'estetica degli anni '90, con colori audaci nelle acconciature e nei vestiti, è stata prevalente.

Lo skater francese Vincent Milou ha optato per un completo tutto bianco che ricordasse il tennista Andre Agassi durante i suoi anni dominanti a Wimbledon.

La maglietta di Horigome Yuto, ispirata al Monte Fuji, è andata esaurita praticamente all'istante.

Numero 3. Street Femminile – Rayssa Leal

Non importa quante volte lo guardi, il ‘fairy flip’ che la brasiliana Rayssa Leal ha realizzato nel 2015 merita un replay dopo l'altro.

La giovane skater ha condiviso il video del suo primo incontro con il suo idolo e ora compagna di squadra, Leticia Bufoni, dopo essersi assicurata una medaglia d'argento nello Street femminile.

Leal è stata chiaramente scioccata quando Bufoni l’ha incontrata per la prima volta in uno show televisivo brasiliano.

A Tokyo 2020 l'apprendista ha superato il maestro, ma non c’è stato altro se non il rispetto tra la coppia, con Bufoni entusiasta del successo di Leal.

Numero 4. Park Femminile: una finestra sul futuro dello skateboard

L'età media del podio del Park femminile è stata di 15 anni. La vincitrice Yosozumi Sakura del Giappone ha 19 anni; la compagna di squadra e seconda classificata, Hiraki Kokona, solo 12 anni. La medaglia di bronzo, Sky Brown della Gran Bretagna, ha compiuto 13 anni poche settimane prima dell'inizio delle Olimpiadi.

Numero 5. Keegan Palmer – vicino alla perfezione nel Park Maschile

I punteggi nella finale sono stati altissimi, ma l'australiano Keegan Palmer ha messo a segno due run vicine alla perfezione.

"È un onore assoluto fare skate insieme ai miei amici. Non posso credere di essere qui a Tokyo, per le Olimpiadi, con così tanti dei miei migliori amici di quando ero piccolo. E ora siamo tutti sul podio insieme ", ha detto Palmer.

I medagliati hanno buoni motivi per sorridere
Foto di 2021 Getty Images

Skateboard a Tokyo 2020: un ultimo sguardo a Pedro Barros

Il brasiliano Pedro Barros è da anni un pilastro di questo sport. Ha tenuto un discorso appassionato su cosa significasse per lui lo skateboard.

Lo skateboard è una comunità, è uno stile di vita. Va ben oltre il semplice sport. Ma è bello vedere che siamo stati in grado di portarlo qui, gareggiando nel più grande evento sportivo al mondo e mettendo in mostra il potere che abbiamo quando siamo insieme, condividendo amore e rispetto. È bellissimo.

Replay di Tokyo 2020: quando e dove vederli?

Ecco la risposta - proprio qui.

Ciao Parigi

Con così tanti volti giovani che irromperanno sulla scena dello skateboard nei prossimi anni, è difficile fare previsioni su chi sarà presente anche a Parigi 2024.

Nyjah Huston ha 26 anni, quindi è del tutto possibile che parteciperà anche a Parigi 2024.

"Allora sarò un po' più grande", ha detto Nyjah. "Ma forse."

Lo skateboard è stato un successo a Tokyo 2020
Foto di 2021 Getty Images

Quando gareggerà la prossima volta Horigome Yuto?

Il line-up per la SLS deve ancora essere confermato. Anche le date per i prossimi X Games nel 2022 sono ancora da confermare. Il posto migliore per tenersi aggiornati con Yuto è sul suo Instagram.

Giochi Olimpici Tokyo 2020 - Vincitori di medaglia

Street maschile

Horigome Yuto – Giappone – Oro

Kelvin Hoefler – Brasile – Argento

Jagger Eaton – USA – Bronzo

Steet femminile

Nishiya Momiji – Giappone – Oro

Rayssa Leal – Brasile – Argento

Nakayama Funa – Giappone – Bronzo

Park femminile

Yosozumi Sakura – Giappone – Oro

Hiraki Kokona – Giappone – Argento

Sky Brown – Gran Bretagna - Bronzo

Park maschile

Keegan Palmer – Australia – Oro

Pedro Barros – Brasile – Argento

Cory Juneau – USA – Bronzo