Cosa abbiamo imparato: riepilogo della canoa velocità ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020

Dai un'occhiata ai momenti più belli della canoa velocità a Tokyo 2020, al riepilogo delle medaglie e a cosa dobbiamo aspettarci a Parigi 2024.

Foto di 2021 Getty Images

L’evento di canoa velocità a Tokyo 2020 è stato a dir poco entusiasmante! Oltre ai tanti nuovi record Olimpici al Sea Forest Waterway nella baia di Tokyo ci sono state spettacolari vittorie dell'ultimo secondo, risultati storici e nuovi eventi che hanno fatto il loro debutto olimpico.

Di seguito, diamo uno sguardo ai momenti più belli canoa velocità a Tokyo 2020, al riepilogo dei vincitori di medaglie e a chi tenere d’occhio alle Olimpiadi di Parigi 2024 tra soli tre anni!

I 5 migliori momenti della canoa velocità a Tokyo 2020

Ecco alcuni dei momenti migliori dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020, che si sono svolti nel 2021.

1 - Nevin Harrison fa la storia

La prima finale olimpica femminile di canoa (C-1) 200 metri ha visto la diciannovenne Nevin Harrison conquistare la medaglia d'oro inaugurale dell'evento.

La statunitense, l'unica canoista della squadra degli Stati Uniti a Tokyo 2020, è partita alla grande dalla corsia quattro e ha iniziato a distaccare le concorrenti da metà gara.

Harrison ha tagliato il traguardo con 0,854 secondi di vantaggio sulla canadese Laurence Vincent-Lapointe, diventando la prima donna statunitense a vincere una medaglia d'oro olimpica nella canoa velocità.

Nevin Harrison fa la storia
Foto di 2021 Getty Images

"È stato un percorso difficile perché non avevo nessuno a cui ispirarmi", ha detto Harrison al New York Times. "Spero di essere quella persona per la prossima generazione". Ha promesso di tornare per i Giochi di Parigi nel 2024.

2 - Lisa Carrington diventa l’atleta olimpica più vincente della Nuova Zelanda

Carrington ha avuto dei Giochi memorabili a Tokyo: ha vinto l'oro nel kayak singolo (K1) femminile nei 200m, nel K1 500m e nel K2 500m insieme alla compagna di squadra Caitlin Regal.

Con le sue tre vittorie, Carrington ha portato il suo bottino di medaglie olimpiche a cinque ori e un bronzo, diventando l’atleta olimpica più vincente della storia della Nuova Zelanda e superando i compagni canoisti Ian Ferguson e Paul MacDonald e il cavaliere Mark Todd, che hanno cinque medaglie olimpiche ciascuno.

"Quando ti poni un obiettivo, sembra sempre un compito troppo grande", ha detto Carrington sul suo successo alle Olimpiadi di Tokyo. "È quasi spaventoso quando ci si pensa, quindi ho fatto del mio meglio, mi sono allenata in modo veramente duro e ho lavorato sodo.

"È semplicemente fantastico essere stata in grado di farcela".

3 - Il finale entusiasmante nel kayak quattro (K4) 500m maschile

Un finale al fotofinish ha caratterizzato molte delle gare di canoa velocità a Tokyo 2020: la Germania ha battuto la Spagna, vincendo la medaglia d'oro nel kayak quattro (K4) 500m maschile per due centesimi di secondo.

Ronald Rauhe
Foto di 2021 Getty Images

È stata anche una gara storica, poiché il tedesco Ronald Rauhe è diventato il primo uomo a vincere una medaglia in canoa velocità in cinque Olimpiadi: il 39enne ha gareggiato per la prima volta a Sydney 2000, vincendo il bronzo nei 500m di kayak (K-2), prima di vincere un oro nello stesso evento ad Atene 2004, argento a Beijing 2008 e un bronzo nei 200m singoli di kayak (K-1) a Rio.

4 - Teresa Portela vince finalmente la sua medaglia olimpica

La spagnola Teresa Portela è la definizione perfetta di perseveranza e dell’attitudine a "non mollare mai".

Nonostante abbia vinto 33 medaglie tra i campionati europei e mondiali (incluse nove medaglie d'oro), Portela, 39 anni, non era ancora mai salita sul podio olimpico, nonostante avesse gareggiato in cinque edizioni consecutive dei Giochi.

Teresa Portela
Foto di 2021 Getty Images

Tuttavia, alla sua sesta Olimpiade a Tokyo, Portela ha finalmente avuto successo, vincendo l'argento nel K1 200m femminile.

“Sono passati 20 anni dai miei primi Giochi, ma guarda, non è mai troppo tardi e questa è una medaglia che ricevo con grande piacere. Sono molto, molto felice ", ha detto l'atleta galiziana a Hola News.

5 - L'Australia vince l'oro per 0,3 di secondo

Per sottolineare ulteriormente quanto fossero equilibrate le gare di canoa sprint a Tokyo, all'arrivo della 1000m del doppio di kayak maschile Australia e Germania sono arrivate vicine in lotta per la medaglia d'oro.

La coppia australiana formata da Tom Green e Jean van der Westhuyzen aveva un piccolo vantaggio alla boa dei 500 metri, ma i tedeschi Max Hoff e Jacob Schopf hanno accelerato a soli 300 metri dalla fine.

In uno sprint finale, la coppia australiana ha trovato abbastanza energie per tagliare per prima il traguardo con un margine minimo; nella gara, i due atleti sono diventati i primi australiani a vincere l'oro olimpico nell'evento nei suoi 85 anni di storia.

Un ultimo sguardo

Isaquias Queiroz dos Santos ha vissuto un’infanzia traumatica in Brasile: all’età di cinque anni è stato rapito e offerto in adozione prima di essere restituito a sua madre illeso. All'età di 10 anni, invece, è caduto da un albero mentre giocava e ha danneggiato un rene così gravemente che hanno dovuto rimuoverglielo.

Il brasiliano, che ha superato tutte queste sfide, ha vinto l'oro olimpico nella gara di canoa singola (C-1) maschile dei 1000 metri. Ha, poi, raccontato a Reuters che sono state proprio quelle esperienze infantili che hanno contribuito a plasmare il suo carattere.

Isaquias Queiroz dos Santos
Foto di 2021 Getty Images

"È così che sono arrivato qui", ha detto a Reuters Queiroz dos Santos, che ha vinto due medaglie d'argento e un bronzo alle Olimpiadi di Rio.

"Non sono speciale. Ci ho solo provato e ci ho sempre creduto."

Ciao Parigi

Tutti gli occhi saranno puntati su Harrison e Carrington per vedere se le due donne riusciranno a vincere alte medaglie d'oro in acqua a Parigi 2024, con la prima appena all'inizio della sua carriera olimpica, e la seconda - già una vera leggenda – che parteciperà alla sua quarta edizione dei Giochi (salvo imprevisti).

Quando e dove vedere i replay della canoa velocità su Olympics.com

La risposta è qui: olympics.com/tokyo2020-replays

Quando gareggeranno di nuovo i canoisti?

Le medaglie d'oro e d'argento olimpiche Nevin Harrison e Adam Varga guideranno un'entusiasmante lista di canoisti di livello mondiale che gareggeranno alla ICF Canoe Sprint Super Cup a Oklahoma City, USA, il 21 agosto.

Elenco completo delle medaglie nella canoa velocità a Tokyo 2020

Competizioni Femminili

Kayak Doppio (K-2) 500m

Oro: Lisa Carrington, Caitlin Regal (NZL)

Argento: Karolina Naja, Anna Pulawska (POL

Bronzo: Danuta Kozak, Dora Bodonyi (HUN)

Canoa Doppio (C-2) 500m

Oro: Xu Shixiao, Sun Mengya (CHN)

Argento: Liudmyla Luzan, Anastasiia Chetverikova (UKR)

Bronzo: Laurence Vincent-Lapointe, Katie Vincent (CAN)

Kayak Monoposto (K-1) 200m

Oro: Lisa Carrington

Argento: Teresa Portela

Bronzo: Emma Aastrand Jorgensen

Kayak Quattro (K-4) 500m

Oro: Hungary

Argento: Belarus

Bronzo: Poland

Kayak Monoposto (K-1) 500m

Oro: Lisa Carrington

Argento: Tamara Csipes

Bronzo: Emma Aastrand Jorgensen

Canoa Monoposto (C-1) 200m

Oro: Nevin Harrison (USA)

Argento: Laurence Vincent-Lapointe (CAN)

Bronzo: Liudmyla Luzan (UKR)

Eventi maschili

Kayak Doppio (K-2) 1000m

Oro: Jean van der Westhuyzen, Thomas Green (AUS)

Argento: Max Hoff, Jacob Schopf

Bronzo: Josef Dostál, Radek Šlouf (CZE)

Canoa Doppio (C-2) 1000m

Oro: Serguey Torres, Fernando Jorge (CUB)

Argento: Liu Hao, Zheng Pengfei (CHN)

Bronzo: Sebastian Brendel, Tim Hecker (GER)

Kayak Monoposto (K-1) 200m

Oro: Sándor Tótka (HUN)

Argento: Manfredi Rizza (ITA)

Bronzo: Liam Heath (GBR)

Kayak Quattro (K-4) 500m

Oro: Max Rendschmidt, Ronald Rauhe, Tom Liebscher, Max Lemke (GER)

Argento: Saúl Craviotto, Marcus Walz, Carlos Arévalo, Rodrigo Germade (ESP)

Bronzo: Samuel Baláž, Denis Myšák, Erik Vlček, Adam Botek (SVK)

Kayak Monoposto (K-1) 1000m

Oro: Bálint Kopasz (HUN)

Argento: Ádám Varga (HUN)

Bronzo: Fernando Pimenta (POR)

Canoa Monoposto (C-1) 1000m

Oro: Isaquias Queiroz (BRA)

Argento: Liu Hao (CHN)

Bronzo: Serghei Tarnovschi (MDA)