Cosa abbiamo imparato: i momenti salienti del ciclismo su pista dai Giochi Olimpici di Tokyo 2020

Scopri i momenti migliori, i replay e altro ancora dalla competizione di ciclismo su pista proprio qui.

Foto di 2021 Getty Images

Il Velodromo di Izu, sede del ciclismo su pista a Tokyo 2020, nel 2021, ha ospitato delle gare davvero mozzafiato e ricche di emozioni.

Record del mondo sono stati infranti, volti familiari sono tornati alla gloria e ci sono state anche tante sorprese.

La Gran Bretagna, formidabile potenza nel ciclismo su pista, ha mantenuto il suo dominio sul medagliere in sette dei dodici eventi.

Stelle nascenti del ciclismo come l'olandese Harrie Lavreysen, tuttavia, hanno impedito alla squadra inglese che le cose andassero solo a loro favore. Paesi come gli Stati Uniti, inoltre, hanno conquistato le loro prime medaglie nel ciclismo su pista.

Di seguito, rivendiamo alcuni dei momenti più belli, facciamo un riepilogo delle medaglie e conosciamo chi tenere d’occhio alle Olimpiadi di Parigi 2024 che si svolgeranno tra soli tre anni.

Il podio del Keirin a Tokyo 2020
Foto di 2021 Getty Images

I 5 migliori momenti del ciclismo su pista a Tokyo 2020

Ecco la nostra selezione dei momenti più memorabili del velodromo in Giappone.

1- Kenny: il re del Keirin

Jason Kenny è diventato il primo britannico a vincere sette medaglie d'oro olimpiche dopo la vittoria nell'evento del keirin maschile.

Il campione olimpico in carica della Gran Bretagna ha aggiunto al suo bottino di medaglie d'oro il quarto oro olimpico consecutivo nella disciplina.

La vittoria di Kenny è stata tanto spettacolare quanto evidente; il 33enne ha realizzato una volata, distaccandosi dal resto del gruppo a tre giri dalla fine per assicurarsi la vittoria finale.

Il britannico ora possiede un totale di nove medaglie olimpiche (sette delle quali d'oro) che lo rendono l'olimpionico più decorato del suo paese di tutti i tempi.

 Jason Kenny
Foto di 2021 Getty Images

2- The Pocket Rocketman vince una medaglia per la Malesia

Alla sua quarta Olimpiade, Mohd Azizulhasni Awang (Malesia) è ora anche due volte medaglia olimpica, dopo la conquista dell'argento nell'evento di keirin maschile in Giappone.

Per due volte eletto sportivo malese dell'anno (2009, 2010), ha portato il peso di una nazione a Tokyo dopo lo storico bronzo nel keirin a Rio 2016.

Il ciclista, conosciuto affettuosamente come Pocket Rocketman, ha battuto in semifinale la medaglia d'oro dello sprint individuale Harrie Lavreysen e Maximilian Levy della Germania, riuscendo ad aggiudicarsi la medaglia d’argento.

3- Jennifer Valente: prima donna statunitense a vincere un titolo nel ciclismo su pista alle Olimpiadi

La ciclista degli Stati Uniti Jennifer Valente ha segnato un primato storico per la sua nazione nel Velodromo di Izu; grazie all'oro nella competizione dell’omnium femminile è stata la prima ciclista ad ottenere un titolo su pista per gli Stati Uniti.

Valente, nonostante un evento pieno di difficoltà e pericoli, è riuscita a portare a casa il titolo.

La 26enne ha vinto due delle gare sulle quattro previste dall'evento e ha battuto la giapponese KAJIHARA Yumi.

Jennifer Valente
Foto di 2021 Getty Images

4- L'Italia batte il record mondiale nell'inseguimento a squadre maschile

I record sono sembrati particolarmente facili da infrangere nella competizione di inseguimento a squadre maschile.

I campioni del mondo della Danimarca hanno stabilito un nuovo record olimpico, con 3:45.014, nel turno di qualificazione.

Poi, in finale, sono stati gli italiani a brillare.

Dopo che i danesi hanno preso il comando all'inizio, Simone Consonni, Francesco Lamon, Filippo Ganna e Jonathan Milan hanno mantenuto i nervi saldi, recuperando il divario negli ultimi due giri della gara e vincendo così la medaglia d'oro con un tempo record mondiale.

Hanno tagliato il traguardo in 3:42.032 e il mondo intero ha potuto solo ammirare l’impresa.

Ciclismo su pista maschile italiano
Foto di 2021 Getty Images

5- Due olandesi volanti si sfidano per l'oro

Harrie Lavreysen e Jeffrey Hoogland, compagni nella competizione dello sprint a squadre maschile, hanno rotto tutti i legami di amicizia poco prima dell'evento dello sprint individuale.

Nella sfida per la medaglia d’oro i due olandesi si sono fronteggiati in una gara molto tirata.

Lavreysen ha vinto il primo sprint con un margine di 0,012 secondi, ma poi Hoogland, nel secondo, ha vinto di 0,015 secondi.

Nel terzo e ultimo sprint il 24enne Lavreysen è riuscito a battere il connazionale e ad aggiudicarsi la medaglia d’oro, diventando così il terzo olandese a vincere nell’evento di sprint individuale, ai Giochi Olimpici, in oltre un secolo.

Hoogland e Lavreysen
Foto di 2021 Getty Images

Una da tenere d'occhio

Jason non è stato l'unico Kenny ad entrare nella storia a Tokyo.

Laura Kenny (alla nascita Trott) è la moglie di Jason. È diventata l’atleta Olimpica donna di maggior successo della Gran Bretagna dopo aver vinto un argento nell'inseguimento a squadre e un oro nel Madison in Giappone.

Nel Madison per Kenny e la compagna Katie Archibald è stata una gara a senso unico. Le britanniche hanno concluso l'evento con 78 punti, più del doppio dei punti delle loro rivali più vicine al secondo posto.

Le imprese di Kenny a Tokyo le hanno fatto avere l'onore di essere la portabandiera nella Cerimonia di Chiusura per la sua Nazione.

Ciao Parigi 2024

Molti giovani talenti sono stati davvero forti in ogni disciplina del ciclismo su pista a Tokyo 2020: possiamo aspettarci di vedere alcuni volti familiari tornare in pista a Parigi 2024.

Jason Kenny, che si era ritirato dopo Rio 2016, ha lasciato intendere che non avrebbe più avuto pensieri simili dopo i suoi trionfi in Giappone. Anche Laura Kenny ha anche spiegato che, per lei, questo non è ancora il momento di fermarsi.

Il Velodromo di Saint-Quetin-en-Yvelines, costruito nel 2014, ospiterà gli eventi di ciclismo su pista.

Quando e dove vedere i replay del ciclismo su pista su Olympics.com

La risposta è qui: Olympics.com/tokyo2020-replays

Quando gareggeranno di nuovo i ciclisti su pista?

Segui i tuoi ciclisti su pista preferiti di Tokyo 2020 ai Campionati del Mondo di ciclismo su pista UCI che si terranno dal 12 al 16 ottobre 2022 in Francia.

Vuoi un'anteprima della sede di Parigi 2024? Sei fortunato: il Velodromo di Saint-Quentin-en-Yvelines ospiterà l'evento.

Kelsey Mitchell - Giorno 16 - Ciclismo su pista
Foto di 2021 Getty Images

Elenco completo delle medaglie del ciclismo su pista a Tokyo 2020

Eventi Femminili

Sprint a squadre

Oro: Cina (CHN)

Argento: Germania (GER)

Bronzo: ROC (ROC)

Sprint

Oro: Kelsey Mitchell (CAN)

Argento: Olena Starikova (UKR)

Bronzo: LEE Wai Sze (HKG)

Keirin

Oro: Shanne Braspennincx (NED)

Argento: Ellesse Andrews (NZL)

Bronzo: Lauriane Genest (CAN)

Inseguimento a squadre

Oro: Germania (GER)

Argento: Gran Bretagna (GBR)

Bronzo: Stati Uniti (USA)

Omnium

Oro: Jennifer Valente (USA)

Argento: KAJIHARA Yumi (JAP)

Bronzo: Wild Kirsten (NED)

Madison

Oro: Gran Bretagna (GBR)

Argento: Danimarca (DEN)

Bronzo: ROC (ROC)

Kenny e Archibald
Foto di 2021 Getty Images

Eventi Maschili

Sprint a squadre

Oro: Paesi Bassi (NED)

Argento: Gran Bretagna (GBR)

Bronzo: Francia (FRA)

Sprint

Oro: Harrie Lavreysen (NED)

Argento: Jeddrey Hoogland (NED)

Bronzo: Jack Carlin (GBR)

Keirin

Oro: Jason Kenny (GBR)

Argento: Mohd Azizulhasni Awang (MAS)

Bronzo: Harrie Lavreysen (NED)

Inseguimento a squadre

Oro: Italia (ITA)

Argento: Danimarca (DEN)

Bronzo: Australia (AUS)

Omnium

Oro: Matthew Walls (GBR)

Argento: Campbell Stewart (NZL)

Bronzo: Elia Viviani (ITA)

Madison

Oro: Danimarca (DEN)

Argenti: Gran Bretagna (GBR)

Bronzo: Francia (FRA)