Conyedo bronzo in extremis, ecco la medaglia n. 39 per l'Italia

Quando la penultima giornata di Tokyo 2020 sembrava avara di successi per i colori italiani, ecco che Abraham Conyedo, dopo il ripescaggio conquista un insperato bronzo nella lotta libera -97 kg, battendo il turco Karadeniz 6-2.

Foto di GETTY IMAGES

Bella proprio perché ormai insperata. Quando la giornata di gare del 7 agosto sembrava trascorrere senza squilli per l'Italia, ecco che arriva il bel bronzo dell'italo-cubano Abraham Conyedo nella lotta libera 97 kg, che, in una finalina drammatica, ribalta il match in extremis contro il forte turco Karadeniz, campione europeo a Roma 2020. Terzo posto agguantato e 39a medaglia che arricchisce ulteriormente il già strepitoso medagliere tricolore.

Dopo aver vinto in precedenza il ripescaggio con una prova autorevole col canadese Steen (4-2), Conyedo si ripresenta con ancora addosso le fatiche della gara per sfidare il turco, più fresco in quanto qualificatosi alla finale per il bronzo direttamente ieri. Dopo le classiche schermaglie iniziali, va a segno proprio Karadeniz piazzando un 2-0 e mostrandosi in avvio più attivo dell’italiano.

I due contendenti si affrontano senza esclusione di colpi, col turco che cerca di amministrare l'esiguo vantaggio e l’azzurro a provare in tutti i modi con delle prese che però non vanno a segno. Arriva un punticino ma non basta, poi, a pochi secondi dalla fine, ecco che Onyedo prova un’azione e riesce finalmente a portare fuori l’avversario guadagnando 4 punti.

Match ribaltato 6-2 sul finale e 39a medaglia per l’Italia in saccoccia, col fantastico traguardo delle 40 a un passettino.

Bravissimo Onyedo, capace di vendicare l'amico e collega di lotta Frank Chamizo, che ieri non era riuscito a conquistare il bronzo nella finalina dei 74 kg.