Loading...

Combinata Olimpica, favola Strolz, argento Kilde e bronzo Crawford

Incredibile epilogo nella combinata maschile a Beijing 2022 dove Johannes Strolz (AUT) vince come suo padre Hubert a Calgary 1988. Aleksander A. Kilde (NOR), argento, agguanta la seconda medaglia Olimpica mentre il bronzo va all'emergente James Crawford (CAN).

4 min Di Luca Lovelli
Johannes Strolz of Team Austria reacts after his slalom run in the Men's Alpine Combined at Beijing 2022
(Foto di 2022 Getty Images)

Non mancano le sorprese nella gara di combinata a Beijing 2022, dove trionfa l'austriaco Johannes Strolz davanti al norvegese Aleksander Aamodt Kilde e al canadese James CRAWFORD. L'unico italiano in gara, Christof INNERHOFER, termina lontano dal podio, al decimo posto.

È davvero una favola quella di Johannes Strolz, che da umile mestierante della Coppa del Mondo di sci, in una stagione ha visto decollare la carriera con la prima vittoria nel Circo Bianco e adesso anche quella nella combinata Olimpica. Magia delle Olimpiadi e di una gara, la combinata, che galleggia tra passato e presente (difficile) visto che in Coppa non c'è da un paio di stagioni, ma che resta nel programma Olimpico anche a Milano Cortina 2026.

La favola è ancora più bella visto che suo padre, ai tempi uno dei rivali più agguerriti di Alberto Tomba, nel 1988 alle Olimpiadi di Calgary vinse l'oro proprio nella combinata (prima volta in assoluto della storia Olimpica invernale). Di padre in figlio, e quando nessuno se lo sarebbe mai aspettato, visto che Johannes era finito anche fuori dalla squadra austriaca.

Squadra, l'Austria Team, che ha cominciato alla grande le Olimpiadi Invernali di Beijing 2022 nello sport più celebre e più amato, col doppio podio di Matthias Meyer (oro in super-g e bronzo in discesa), l'argento di Katharina Liensberger, ora si gusta l'oro del figliol prodigo Strolz.

L'austriaco, quarto in discesa, ha scalato il podio nella sua disciplina preferita, lo slalom, mettendo alle sue spalle il favorito Aleksander A. Aamodt, primo dopo la discesa, e l'altro discesista James Crawford, sorpresa di giornata e capace di riportare il Canada sul podio Olimpico dello sci.

Soddisfazione anche per la Norvegia che vede il suo atleta di maggior rango andare comunque a podio due volte in Cina.

Poco da dire della gara degli italiani, rappresentata dal solo Christof Innerhofer, autore di una prova onesta che, dopo il settimo posto in discesa e un'egregia difesa in slalom, lo vede terminare al decimo posto.

Queste le dichiarazioni del nuovo campione Olimpico di combinata, Johannes Strolz: "Significa il mondo per me perché non ero più in squadra la scorsa estate. Soprattutto con la storia di mio padre, significa così tanto per me. Sono così grato per il sostegno di così tante persone. Prima di tutto devo ringraziare tutta la mia famiglia. Hanno sempre creduto in me, e ora è un sogno che si avvera, fare la stessa medaglia d'oro come fece mio padre".

"L'eredità di mio padre: quando ci penso, tutte le foto e la medaglia d'oro di mio padre, è difficile per me non piangere. È un sogno che si realizza.Finalmente tutti i sacrifici e il duro lavoro sono stati ripagati. Penso di essere un buon esempio sul fatto di non arrendersi mai. Se credi in te stesso devi cogliere la tua occasione e continuare ad andare avanti".

E quelle dell'argento, Aleksander A. Aamodt: "È incredibile, non ho mai fatto slalom in due anni, ma ho avuto buone sensazioni. È un'Olimpiade incredibile per me".

Ecco le dichiarazioni di Christof Innerhofer: "Sciare è la mia passione, quindi dico se ho la possibilità di far la combinata perché non farla? Anche se sono uscito due gare di fila, e all’Olimpiade fa male, può succedere, è successo a tanti è successo anche ai migliori. Capita arrivare decimo all’Olimpiade e uscire è la stressa cosa. Spiace per la discesa, perché vedevo anche qualche possibilità di medaglia; invece, nel super-g era già più difficile, mentre in combinata era impossibile".

"Riesco ancora a fare delle curve veloci, l’ho dimostrato a Wengen e a Kitzbuhel e anche nella prima prova qui. Questo mi da motivazione e fiducia per continuare, perché posso fare ancora bene. Mi sento un atleta fortunatissimo, che ha potuto fare quattro Olimpiadi, tante medaglie e spero ancora di poter continuare e a vivere questa passione ancora per un po’ di anni. Sarà sempre più difficile vincere, ne son consapevole, ma a me interessa molto anche divertirmi con l’obiettivo sempre di vincere o salire sul podio. Apprezzo di essere ancora qui alla mia età a dimostrare qualcosa".

LEGGI ANCHE:Sci alpino Olimpico a Beijing 2022: cinque cose da sapere.

Sci alpino alle Olimpiadi: il programma delle prossime gare

Sede: Centro nazionale di sci alpino di Yanqing

Date: da domenica 6 a sabato 19 febbraio

Gli orari indicati seguono il fuso orario cinese (CET+7). I dettagli del programma sono soggetti a modifiche con breve preavviso.


Venerdì 11 febbraio11:00 Super-g femminile

Domenica 13 febbraio10:15/13:45 Slalom gigante maschile

Martedì 15 febbraio11:00 Discesa libera femminile

Mercoledì 16 febbraio10:15/13:45 Slalom maschile

Giovedì 17 febbraio10:30/14:00 Combinata femminile

Sabato 19 febbraio

11:00 Slalom parallelo a squadre miste

Aggiungi questi ai tuoi preferiti
Johannes STROLZJohannes STROLZ
Aleksander Aamodt KILDEAleksander Aamodt KILDE
James CRAWFORDJames CRAWFORD
Sci alpinoSci alpino
AustriaAUT
Altro da

You May Like