Uno sguardo al passato: quando Anders Haugen aspettò 50 anni per ricevere la sua medaglia Olimpica

Erano i primi Giochi Invernali dell'era moderna, quelli di Chamonix 1924, e l'atleta statunitense Anders Haugen gareggiava nel salto con gli sci, chiudendo la gara al quarto posto. Eppure, 50 anni dopo, venne dimostrato che i giudici avevano commesso un errore e la revisione dei punteggi di quella prova consentì a Haugen di ricevere la medaglia di bronzo.

di Indira Shestakova
Foto di Getty Images

Non esiste nessun Olimpionico al mondo che abbia atteso così tanto tempo per una medaglia. Anders Haugen non solo è il primo e unico medagliato statunitense nel salto con gli sci, ma ha raggiunto ufficialmente questo status solo 50 anni dopo la gara che gli valse il podio.

La storia di Anders Haugen

Anders Olsen Haugen nacque nell'ottobre del 1888 nella piccola cittadina norvegese di Bo, poco lontano da Oslo, e iniziò a praticare il salto con gli sci sin da bambino, insieme al fratello Lars. Appena diciannovenne, Haugen emigrò negli Stati Uniti per raggiungere i suoi fratelli e la sorella che vi si erano precedentemente trasferiti. Dapprima si stabilì nell'Illinois per poi trasferirsi a Milwaukee, nel Wisconsin. In America, il norvegese trovò lavoro in una fattoria e apprese il mestiere del manovale, senza però mai dimenticare gli sci. A Milwaukee, Anders cominciò a frequentare lo sci club locale dove, nel 1910, venne costruita una rampa per i salti, sul lago Naghavicka. È certo che le eccezionali capacità di Haugen giocarono un ruolo fondamentale nello spingere il club ad attrezzarsi per il salto con gli sci. E non appena si tenne la prima competizione, nel gennaio 1913, Anders Haugen ne uscì vincitore. Da quel momento, il polivalente che arrivava dalla Norvegia ha vinto più volte il campionato statunitense.

Dai successi nazionali alle Olimpiadi Invernali: Anders Haugen a Chamonix 1924

I successi di Haugen portarono l'atleta alla convocazione nella squadra degli Stati Uniti, di cui divenne persino il capitano in occasione delle Olimpiadi del 1924 di Chamonix e di quelle del 1928 a St. Moritz. In entrambe le edizioni il norvegese di Milwaukee ha partecipato nel salto con gli sci, sci di fondo e combinata nordica. In Svizzera lo statunitense si classificò lontano dalla zona medaglia, ma a Chamonix riuscì a piazzarsi a un passo dal podio, monopolizzato proprio dai norvegesi. Il vincitore del primo salto con gli sci dell'era moderna fu Jacob Tullin Thams, il secondo posto fu conquistato da Narve Bonna, mentre il terzo da Thorleif Haug, che vinse anche due ori nello sci di fondo e uno nella combinata nordica. Anders Haugen si era reso l'artefice del salto più lungo, ma commise un errore durante l'atterraggio che lo relegò al quarto posto.

In quella circostanza, benchè fossero stati diversi i dubbi sulla corretta distribuzione delle medaglie, nessuno li espresse. In seguito, Haugen ha ammesso di essere sempre stato sicuro del suo bronzo, ma che si limitò ad accettare la decisione finale dei giudici.

"Proteste e cose del genere non erano comuni in quei tempi. Ci siamo presi i piazzamenti che ci erano stati attribuiti. Sono stato deluso così tante volte... ho cercato di non pensare molto all'episodio", ha successivamente dichiarato Haugen a Skiing Magazine.

La prova dell'errore con 50 anni di ritardo e il bronzo a Haugen

Cinquant'anni dopo, Thoralf Strømstad, uno degli atleti partecipanti alla competizione di Chamonix, attirò l'attenzione dello storico dello sport Jacob Vaage a proposito di un presunto errore nel protocollo dei giudici. Vaage iniziò così un controllo incrociato delle informazioni, che provò che lo statunitense aveva ricevuto dei punteggi sbagliati.

Fortunatamente, quando questo successe, Anders Haugen era ancora vivo. Nel 1929, lui e suo fratello si erano trasferiti in California, dove aveva aveva preso parte al progetto dello sci club sul lago Tahoe. Fino ai 70 anni aveva diretto il locale settore giovanile del club. Nel 1974, i norvegesi organizzarono un viaggio per Anders nel suo paese natale, dove l'85enne fu insignito della medaglia di bronzo Olimpica con tutti gli onori e le celebrazioni. Il premio è stato consegnato da Anna Marie Haug Magnussen, figlia di Thorleif Haug, morto ormai da tempo, ad appena 40 anni.

Anders Haugen, prima e unica medaglia Olimpica degli USA nel salto con gli sci

"Se mio padre fosse stato ancora vivo sarebbe stato molto felice di consegnarti questa medaglia": così la figlia di Haug, abbracciando Haugen, appena insignito della medaglia di bronzo di Chamonix 1924.

Se la storia non fosse stata riscritta, gli Stati Uniti non avrebbero avuto una sola medaglia Olimpica nel salto con gli sci: Anders Haugen è ancora l'unico atleta americano ad aver vinto una medaglia in questa disciplina alle Olimpiadi Invernali.

Nonostante avesse ricevuto l'alloro Olimpico in età molto avanzata, Anders Haugen potè godere del suo "nuovo" titolo per i 10 anni successivi. Morì nel 1984 per un'insufficienza renale, dopo aver superato un cancro alla prostata.

Ma fino alla fine dei suoi giorni il medagliato di Chamonix 1924 era pieno di energia: secondo la US Ski and Snowboard Hall of Fame, all'età di 91 anni sciava ancora in ottima forma sulle montagne di San Bernardino, vicino casa sua.